Berlusconi: Alleanza solida con la Lega. Ma Calderoli lo smentisce

Silvio BerlusconiOggi(27 novembre), Silvio Berlusconi è intervenuto a una convention dei Popolari Liberali del PDL a Verona. L’ex premier ha iniziato la campagna elettorale. Nessun accenno a Monti e alla crisi. Berlusconi ha tirato fuori nuovamente la “guerra” ai comunisti.

Il leader del PDL ha dichiarato “Noi abbiamo il dovere di continuare a combattere e non uso un termine troppo retorico se dico che dobbiamo farlo per la libertà. Continuiamo ad essere uniti e a combattere, con un partito che ha i valori del PPE”. Berlusconi ha lodato il segretario del PDL. L’ex premier ha detto “Con Alfano siamo in buone mani. Raddoppierò il mio impegno per il partito. Lavorerò dietro le quinte per la campagna elettorale”.

Berlusconi ha fatto un po’ di cronistoria. Il leader del PDL ha dichiarato “Nel 1994 sono sceso in campo perché non volevamo il paese nelle mani dei comunisti. A sinistra non c’è maturazione democratica”. L’ex premier ha definito solida l’alleanza con la Lega. Berlusconi ha aggiunto “I motivi dello stare insieme sono importanti e decisivi per il futuro del paese. PDL e Lega saranno alleati alle prossime amministrative”.

Dopo alcune ore Berlusconi è stato smentito da Roberto Calderoli. Il “leghista” ha dichiarato “L’alleanza con la Lega non può essere solida visto che a livello nazionale non esiste più dopo la decisione del PDL di appoggiare il governo Monti. Possibilità per le future alleanze dipendono dalle posizioni che il PDL assumerà rispetto alle proposte del governo. E’ chiaro che se dovessero votare alcuni provvedimenti ipotizzati, non ci potrà più essere un’alleanza né a livello nazionale né locale”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Legambiente: 148 eventi estremi nel 2018