Confartigianato: Bollette energetiche sempre più care

Bollette energetiche sempre più careLa bolletta energetica pesa come un macigno sulle tasche degli italiani. Lo rivela Confartigianato. L’associazione ha calcolato che a settembre il caro-energia ha toccato la cifra record di 61,9 miliardi di euro, pari al 3,91% sul PIL. In pratica ogni famiglia paga una bolletta di 2.458 euro all’anno. E’ il picco più alto registrato negli ultimi 20 anni.

Il record fu sfiorato nel 2008, quando la bolletta incideva per il 3.74% del PIL con un impatto di 58,6 miliardi di euro. A far esplodere il costo energetico, aumentato del 26,5% negli ultimi dodici mesi, ha contribuito l’aumento del prezzo del petrolio attestato a settembre a 108,56 dollari al barile, +143% rispetto al mese di marzo del 2009. Inevitabili le ripercussioni sui prezzi dei carburanti, dei trasporti e del gas.

Confartigianato segnala che l’Italia fa registrare aumenti ben superiori a quelli medi europei. Tra ottobre 2010 e ottobre 2011 il prezzo del gas è aumentato del 12,2%, mentre nell’area Euro la crescita si è fermata al 10,1%. Ad allontanarci dai prezzi medi registrati in Europa è anche l’aumento del prezzo di carburanti e lubrificanti. In un anno la variazione è stata del 17,4%, vale a dire 3,3 punti in più rispetto al 14,1% dell’area Euro.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

La caduta del muro di Berlino

Voragine in via Masoni

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli