Consumatori: In calo le tredicesime

Tredicesime in caloBrutte notizie per i pensionati e lavoratori. Le tredicesime del 2011 saranno molto più leggere. A rivelarlo sono Adusbef e Federconsumatori. Le due associazioni dei consumatori hanno comunicato che diminuisce di 0,8 miliardi di euro, con un calo del 2,2%, il monte tredicesime 2011. E’ la prima volta in venti anni.

Nel 2011 il complesso delle gratifiche di fine anno si attesterà a quota 35 miliardi. Adusbef e Federconsumatori hanno dichiarato “Quasi l’80% delle tredicesime verrà mangiato da tasse, mutui, bolli, canoni, rimborso dei debiti pregressi. Solo il 20% sarà destinato a risparmi, regali, viaggi e consumi alimentari”. Le due associazioni invitano il governo ad evitare l’aumento dell’IVA e il ritorno dell’ICI sulla prima casa e propongono “un prelievo straordinario del 20% sui capitali scudati e una tassa sui patrimoni oltre 1 milione di euro”. La prima proposta porterebbe nelle casse dello Stato 21 miliardi di euro.

Le tredicesime andranno per 10,2 miliardi di euro ai pensionati(-1,92%); 9,2 miliardi ai lavoratori pubblici (-1,07%); 15,6 miliardi (-3,1%) ai dipendenti privati dei settori agricoltura, industria e terziario. Adusbef e Federconsumatori prevedono “un Natale durissimo sul fronte dei consumi, destinati a calare del 6,9% perché almeno tre famiglie su quattro taglieranno le spese per l’incerta situazione economica”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Legambiente: 148 eventi estremi nel 2018