Liberalizzazioni: Nessuna commissione sui conti correnti per i pensionati

Uno sportello bancarioLa legge numero 214 del 22 dicembre 2011 ha stabilito che i pensionati devono aprire un conto corrente per riscuotere la pensione. L’adeguamento alle nuove modalità di pagamento dovrà avvenire entro il 6 marzo 2012. Dal 7 marzo 2012 l’Inps non potrà più effettuare pagamenti in contanti di importo superiore a mille euro.

I pensionati che percepiscono un assegno mensile inferiore a 1.500 euro potranno aprire un conto corrente in banca, senza pagare commissioni per il prelevamento dei soldi in contanti. La norma è stata inserita nel decreto legge sulle liberalizzazioni, con un emendamento dei relatori in Commissione Industria del Senato. Così, con la nuova norma, i pensionati che finora hanno ritirato la pensione alla posta, potranno aprire un conto senza spese indiziali e far accreditare lì la loro pensione.

Un’altra modifica al testo riguarda il pagamento alle pompe di benzina con carta di credito: fino a 100 euro gli automobilisti non dovranno pagare la relativa commissione per l’operazione effettuata. Il testo dell’articolo del decreto stabilisce che le banche e le Poste aprano un tavolo per diminuire i costi di gestione delle carte di credito, distinguendo in particolare gli oneri fissi dalle spese delle singole operazioni.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

La caduta del muro di Berlino

Voragine in via Masoni

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli