Processo Mills: Berlusconi si salva con l’ennesima prescrizione

Silvio BerlusconiI giudici del Tribunale di Milano hanno dichiarato prescritto il reato contestato a Silvio Berlusconi per il processo Mills. L’ex premier era imputato per corruzione in atti giudiziari. Il dibattimento è durato 5 anni. Entro 90 giorni il deposito delle motivazioni.

La Procura della Repubblica di Milano aveva chiesto una condanna a 5 anni. Secondo l’accusa, Berlusconi avrebbe pagato all’avvocato britannico David Mills 600 mila dollari, in cambio di deposizioni a suo favore in due diversi processi. Circostanza sempre negata da Berlusconi. Anzi, i legali hanno sostenuto che l’ex premier sia stato danneggiato da Mills. L’avvocato Niccolò Ghedini ha mostrato un sorriso perfido dopo la lettura della sentenza.

Chiariamo subito una cosa: prescrizione non significa assoluzione. I giudici non hanno ravvisato le condizioni per assolvere l’imputato e allo stesso modo non hanno condannato Berlusconi per “colpa” della prescrizione. Cos’è? Nel diritto penale la prescrizione estingue il reato dopo un determinato periodo di tempo trascorso dal momento in cui è stato commesso. Da oggi chiameremo l’ex premier “Berlusconi il prescritto”. Sembra quasi un titolo di un film.

Per ulteriori info: La Repubblica

Flash Required

Flash is required to view this media.

Download Here.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

La caduta del muro di Berlino

Voragine in via Masoni

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli