RC auto: Addio risarcimenti per i colpi di frusta

RC autoLa commissione Industria del Senato, impegnata nell’esame del decreto Liberalizzazioni, ha approvato una serie di emendamenti che impongono alle assicurazioni una serie di oneri per limitare le truffe e abbassare le tariffe.

Al momento il vantaggio per i consumatori è solo uno: chi monta la “scatola nera” in auto avrà uno sconto sulla polizza. Per il resto il governo sta facendo di tutto per avvantaggiare le compagnie assicurative. Un emendamento prevede fino a 5 anni di carcere per chi froda l’assicurazione. L’emendamento inasprisce le pene già previste dal Codice penale. E’ stata istituita una banca dati dei testimoni e dei danneggiati. Il vero “regalo” alle assicurazioni è un altro.

In caso di incidente stradale “le lesioni di lieve entità, che non siano suscettibili di accertamento clinico strumentale obiettivo, non potranno dar luogo a risarcimento per danno biologico permanente”. Addio quindi alla richiesta danni per colpo di frustra. All’ultimo momento è stato cassato il comma che tagliava del 30% i risarcimenti ai cittadini che sceglievano di far riparare l’auto incidentata dal carrozziere di fiducia e non dal carrozziere convenzionato con la compagnia. Una domanda sorge spontanea. Queste norme faranno abbassare le tariffe del RC auto? Io credo di no.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Regione Campania non approva convenzione. Navigator senza lavoro

Il caso ex Ilva di Taranto

De Magistris: Disponibile ad una candidatura in Campania

Cgia: Consumi famiglie tagliati di 21,5 miliardi

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli