Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2012

Cgia: Nel 2011 hanno chiuso 11.615 aziende

Immagine
Nel 2011 11.615 aziende hanno chiuso i battenti per fallimento, un dato mai toccato in questi ultimi 4 anni di crisi. Nella sola Lombardia hanno chiuso 2.613 imprese, mentre alla fine della classifica regionale si pone la Valle d’Aosta con 9 aziende. Lo afferma la Cgia di Mestre.

Calearo: Con lo stipendio da parlamentare mi pago il mutuo

Immagine
L’individuo che vedete nella foto è Massimo Calearo. A molti questo nome non dirà nulla, almeno fino ad oggi. Chi è? Il tizio è un imprenditore del Nord est italiano con aziende delocalizzate in Slovacchia e Tunisia.

Galli: Mandiamo i giovani disoccupati del Sud a raccogliere le arance

Immagine
Nella puntata de “L’ultima Parola” di ieri(30 marzo) si è parlato della crisi economica e della riforma del lavoro. Nel corso del programma è stato trasmesso un interessante servizio sullo sfruttamento degli extracomunitari nei campi di Rosarno.

Monti: Cina partner strategico

Immagine
Continua il tour in Asia di Mario Monti. Il premier italiano ha incontrato la delegazione cinese guidata dal primo ministro, Wen Jiabao, nella sala dell’Assemblea del popolo a Pechino. Monti ha fatto alcune dichiarazioni che lasciano a dir poco sconcertati.

I lavoratori dipendenti guadagnano più degli imprenditori

Immagine
Il ministro dell’Economia ha reso noto i dati delle dichiarazioni dei redditi Irpef 2011 relativi all’anno di imposta 2010. Dal rapporto esce fuori un quadro sorprendente. I lavoratori dipendenti guadagnano più degli imprenditori. I primi dichiarano un reddito medio di 19.810 euro, mentre i secondi hanno un reddito medio di 18.170 euro.

Nuovo aumento di energia e gas ad aprile

Immagine
Dal primo aprile le tariffe del gas aumenteranno dell’1,8%, per un aggravio di 22 euro per una famiglia tipo, e quelle dell’energia elettrica del 5,8%, con una maggiore spesa annua di 27 euro. Lo ha deciso l’Autorità per l’energia elettrica e per il gas. A partire dal prossimo mese di maggio scatterà un ulteriore aumento dell’energia elettrica di circa il 4%, che l’Autorità ha sospeso per un mese, mettendo per il momento da parte la quota relativa all’incentivazione diretta alle rinnovabili.

La Borsa di Milano chiude in positivo. Spread a 332 punti. Fondo Salva-Stati a 800 miliardi

Immagine
La Borsa di Milano chiude in positivo l’ultima seduta della settimana. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,45% a 15.980 punti, mentre il Ftse All Share è salito dello 0,47% a quota 16.999. Chiudono in positivo anche Londra(+0,46%), Francoforte(+1,04%) e Parigi(+1,26%).

Agorà: Il comizio della Ravetto fa perdere la testa

Immagine
Nella puntata di “Agorà” di questa mattina(30 marzo) si è parlato della crisi e dei suicidi delle persone in difficoltà economiche. In studio erano ospiti Laura Ravetto(PDL), Sandro Gozi(PD), il sociologo Domenico De Masi e i giornalisti Roberto Papetti, Piero Sansonetti e Carlo Alberto Tregua.

La Carlucci prende per i capelli un inviato delle Iene

Immagine
Dopo un po’ di tempo torna in auge Gabriella Carlucci. L’ex show girl è stata la protagonista della puntata di ieri(29 marzo) de “Le Iene Show”. La Iena Filippo Roma è andato nel comune di Margherita per fare alcune domande “scomode” al sindaco Carlucci. Prima di andare avanti, facciamo una breve cronistoria.

Santoro urla agli operai

Immagine
Ieri(29 marzo), c’era un clima infuocato a “Servizio Pubblico”. I temi della discussione erano la riforma dell’art.18 e il problema esodati. La rissa verbale è scoppiata quando un operaio collegato da Sestri Ponente ha urlato “Ci state ammazzando tutti”. Una volta tornati in studio, il conduttore Michele Santoro ha provato a ristabilire la calma.

I politici non conoscono gli esodati

Immagine
La questione esodati è uno degli effetti collaterali della riforma delle pensione fatta da quel “genio” di Elsa Fornero. Di questa nuova “categoria” fanno parte almeno 350 mila persone. Gli inviati del Tg3 e de “Il Fatto Quotidiano” sono andati a sentire che sensibilità c’è tra i parlamentari rispetto a questa emergenza. Salvo alcune rarissime eccezioni, ne è uscito fuori un quadro desolante.

Crolla la Borsa di Milano. Lo spread sale a 340 punti

Immagine
La seduta odierna è stata nera per la Borsa di Milano. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha perso il 3,30% a 15.908 punti, mentre il Ftse All Share è sceso del 3,06% a quota 16.919. Chiudono in calo anche Londra(-1,15%), Parigi(-1,43%) e Francoforte(-1,77%).

Gli esodati

Immagine
Domenica scorsa(25 marzo) è tornata la trasmissione “Report”. Nella prima puntata del 2012 si è parlato della riforma delle pensioni di Elsa Fornero. Quel “genio” di ministro ha creato una nuova figura: gli esodati. Chi sono?

Asta Btp: Il tasso del decennale scende al 5,24%

Immagine
Il Tesoro ha collocato oggi 3,25 miliardi di Btp a 10 anni a tasso del 5,24%, rispetto al 5,50% dell’asta del 28 febbraio. Collocati anche 2,5 miliardi di Btp a cinque anni. Il tasso è in calo al 4,18% dal 4,19% dell’ultima asta. Più tiepida la domanda per il CctEu, venduto per 2,256 miliardi contro 2,50 massimi con tasso al 4,60%. Lo spread è salito nonostante il buon esito dell’asta odierna. Il differenziale si è attestato a 335 punti base, mentre il rendimento del Btp a 10 anni è al 5,20%.

Audiweb: A febbraio connessi 27,2 milioni di italiani

Immagine
Audiweb ha pubblicato i dati di audience online relativi al mese di febbraio 2012. Dal rapporto emerge che sono stati 27,2 milioni gli italiani che si sono collegati a internet almeno una volta tramite computer, il 9,2% in più rispetto a febbraio 2011. Nel giorno medio risultano online 13,8 milioni di utenti attivi che hanno trascorso in media 1 ora e 26 minuti al giorno, consultando 166 pagine per persona.

Famiglia Cristiana contro Monti

Immagine
La politica attuata da Mario Monti non convince per nulla. Il 17 novembre 2011, nel suo primo discorso al Senato, il premier pronunciò più volte la parola “equità”. Alla fine gli unici a “ricevere” il cetriolo sono stati quelli che “risiedono” alla base della piramide.

Fede lascia Mediaset

Immagine
Dopo 23 anni Emilio Fede lascia Mediaset. Pochi minuti fa l’azienda di Cologno Monzese ha diramato una nota in cui spiega che “dopo una trattativa per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro non approdata a buon fine, Emilio Fede lascia l’azienda”. Il nuovo direttore designato del Tg4 è Giovanni Toti, già direttore di “Studio Aperto”.

Romani ad Agorà: I ministri tecnici se ne possono pure andare

Immagine
Questa mattina(28 marzo) ad Agorà si è parlato del viaggio in estremo oriente di Mario Monti e della riforma della legge elettorale. La parte più interessante è arrivata verso la fine della puntata, quando si è discusso nuovamente del falso problema dell’art18. Ospiti in studio Paolo Romani(PDL), Matteo Colaninno(PD), Savino Pezzotta(UDC), Alfonso Gianni(SEL) e i giornalisti Maria Teresa Meli(Corriere della Sera) e Franco Bechis(Libero).

Piazza Affari chiude a -0,28%. Spread a 327 punti

Immagine
La Borsa di Milano ha chiuso la giornata in negativo. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha perso lo 0,28% a 16.451 punti, mentre il Ftse All Share è sceso dello 0,33% a quota 17.453. Chiudono in calo anche Londra(-1,03%), Francoforte(-1,13%) e Parigi(-1,14%).

L’ABC sforna un papocchio di legge elettorale

Immagine
Ieri(27 marzo), c’è stato l’ennesimo vertice dell’ABC. Per chi non lo sapesse, questo termine serve per indicare il trio delle “meraviglie” Alfano-Bersani-Casini. Alla riunione hanno partecipato anche Ignazio La Russa(PDL), Gaetano Quagliariello(PDL), Luciano Violante(PD), Ferdinando Adornato(UDC) e Italo Bocchino(FLI).

Fede: Lascio il Tg4 e mi candido alla Camera con il PDL

Immagine
Ieri(27 marzo) tutti i giornali hanno riportato lo strano “caso” di Emilio Fede. Verso la fine dello scorso anno il direttore del Tg4 si sarebbe presentato in una banca svizzera con una valigetta piena di contanti(2,5 milioni di euro). Il “malloppo” non è stato accettato dalla filiale per carenza di idonea documentazione.

Asta Bot: Il tasso del semestrale scende all’1,119%

Immagine
Il Tesoro ha collocato Bot a sei mesi a un tasso medio pari all’1,119%, in ulteriore calo rispetto al rendimento dell’asta precedente di fine febbraio che era già crollato all’1,202%. Ora è ai minimi da settembre 2010. Lo Stato ha incassato 8,5 miliardi di euro, il massimo importo previsto. La domanda ha superato l’offerta di 1,51 volte contro 1,36 precedente. Lo spread è sceso a 320 punti dopo l’asta dei Bot.

La moda della censura. Chiesti i danni per “Il Casalese” e “Assalto al pm”

Immagine
Un paio di giorni fa è scoppiato il caso de “Il Casalese”, un libro inchiesta scritto da un gruppo di giornalisti(Luisa Maradei, Ciro Pellegrino, Giuseppe Crimaldi, Corrado Castiglione, Antonio Di Costanzo) e distribuito in Italia dalla casa editrice “Cento Autori”. Dal titolo si può intuire che l’opera è “dedicata” a Nicola Cosentino.

Napoli: La Provincia aumenta l’aliquota RC auto e l’IPT

Immagine
Brutte notizie per i cittadini di Napoli. Ieri(26 marzo), la Provincia di Napoli ha deciso di svuotare ulteriormente le tasche dei poveri contribuenti. Questa volta gli amministratori dell’inutile ente hanno deciso di incrementare l’aliquota dell’imposta RC Auto di 3,5 punti, portandola dal 12,5% al 16%, nonché di stabilire per l’anno 2012 una maggiorazione del 30% sulla tariffa di iscrizione al pubblico registro automobilistico(IPT).

Senato: Un emendamento reintroduce la tassa sulle disgrazie

Immagine
Ieri(26 marzo) ho scritto un post che evidenziava l’andamento dei prezzi dei carburanti e del petrolio dal 2000 ad oggi. La crescita esponenziale del costo della benzina è dovuta alla speculazione delle compagnie petrolifere e alle accise dello Stato. Sarà solo un caso, ma oggi spunta fuori un’altra tassa che farà aumentare il prezzo dei carburanti.

Il Tribunale di Bologna condanna la Fiat

Immagine
Il Tribunale di Bologna ha condannato la Fiat per comportamento antisindacale nello stabilimento Magneti Marelli, dove avrebbe impedito alla Fiom di avere propri rappresentanti sindacali. Per la casa del Lingotto è l’ennesima batosta dopo il caso Melfi. Il segretario della Fiom, Maurizio Landini, ha commentato “E’ la quinta condanna per Fiat. Il contratto è imposto da Fiat non per motivi economici, ma per escludere Fiom”.

Non rispondere a quel numero

Immagine
Leggendo il titolo di questo post penserete che si tratti di un film horror di prossima uscita nelle sale cinematografiche. Non vi preoccupate. E’ qualcosa di peggio. Da alcuni mesi molte persone stanno ricevendo sul proprio cellulare delle telefonate dal numero 0984 083101. Chi si nasconde dietro questo numero?

La Borsa di Milano chiude in negativo. Spread a 323 punti

Immagine
La Borsa di Milano ha chiuso la giornata in negativo. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha perso lo 0,72% a 16.498 punti, mentre il Ftse All Share è sceso dello 0,79% a quota 17.511. Chiudono in negativo anche Londra(-0,56%) e Parigi(-0,92%). In parità Francoforte.

L’Antitrust sanziona 4 compagnie telefoniche

Immagine
Nel bollettino n.10 del 26 marzo 2012 l’Antitrust comunica di aver preso provvedimenti per quattro operatori telefonici. L’autorità ha multato Telecom Italia per 300 mila euro, Vodafone per 250 mila, Wind per 200 mila e H3g per 120 mila. In tutto fanno 870 mila euro.

Brunetta: Berlusconi meglio di Andreotti

Immagine
Oggi(26 marzo) a Milano c’è stata la Conferenza nazionale del PDL sul lavoro. Renato Brunetta ha rilasciato una breve intervista all’inviato de “Il Fatto Quotidiano” Franz Baraggino.

La Borsa di Milano chiude in rialzo. Spread a 308 punti

Immagine
La Borsa di Milano ha chiuso la giornata in positivo. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,81% a 16.619 punti, mentre il Ftse All Share è salito dello 0,88% a quota 17.650. Chiudono in positivo anche Parigi(+0,74%), Londra(+0,82%) e Francoforte(+1,20%).

Dove sono finiti i soldi della BCE?

Immagine
La Banca Centrale Europea ha dato alle banche italiane 130 miliardi di euro. Dove sono finiti? Di questo e altro si è discusso a “Brontolo”. Ospiti di Oliviero Beha: Gianfranco Polillo(sottosegretario all’Economia), Giorgio Cremaschi(Fiom), il comico Ascanio Celestini e il giornalista Riccardo Staglianò.

L’andamento del prezzo del petrolio e dei carburanti dal 2000 ad oggi

Immagine
Questa mattina(26 marzo) il prezzo medio della benzina verde è di 1,87 euro, mentre quello del diesel è di 1,77 euro. Un paio di settimane fa un report realizzato dal sito economyonline.it ha fatto il giro del web. Lo studio evidenziava l’andamento dei prezzi dei carburanti dal 2000 ad oggi. La benzina verde è aumentata dell’80%, mentre la diesel del 95%. Di seguito potete leggere la tabella riassuntiva(prezzi in euro).

Adusbef: Calano del 5,10% gli investitori stranieri nei titoli di Stato italiani

Immagine
In un anno, gli investitori stranieri hanno disinvestito 58,7 miliardi di euro di titoli di Stato italiani facendo scendere la loro quota dal 51,97% al 46,87%. L’importo è stato compensato da investitori italiani. Questo è quello che emerge da uno studio condotto dall’Adusbef.

Liberato Claudio Colangelo

Immagine
Claudio Colangelo è libero dopo 11 giorni di prigionia. L’uomo era stato rapito il 17 marzo 2012 da un gruppo di ribelli maoisti nello Stato dell’Orissa, nell’India orientale, non lontano da Calcutta. Nelle mani dei ribelli rimane Paolo Bosusco.

Maroni: Alfano agisce come un vecchio democristiano

Immagine
Non si placano le polemiche per le elezioni amministrative a Verona. Roberto Maroni non ha preso molto bene la decisione del segretario del PDL.

Alfano sospende 14 ribelli a Verona

Immagine
Tra un paio di mesi ci saranno le elezioni amministrative in alcune città italiane. A Verona è scoppiato un casino. Il PDL ha deciso di candidare Luigi Castelletti, mentre la Lega ha riconfermato l’appoggio al sindaco uscente Flavio Tosi. In pratica il centrodestra è spaccato anche a livello territoriale.

Svizzera: Spento un reattore nucleare per un guasto

Immagine
Il reattore numero 2 della centrale di Beznau è stato spento a causa di un problema alla tenuta stagna di una pompa di raffreddamento. La sua riaccensione è prevista tra alcuni giorni. La centrale si trova a circa 250 km a nord di Milano.

Gasparri attacca Grillo e i cinesi

Immagine
Nella puntata de “L’Ultima Parola” si è discusso della riforma del mercato del lavoro. Tra una baggianata “bocconiana” e l’altra si è arrivati alla questione della maglietta anti Fornero. Apriti sesamo. Per Maurizio Gasparri è stata l’occasione buona per attaccare Beppe Grillo.

Il Partito Democratico è a un bivio

Immagine
Ieri(23 marzo), il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge di riforma del mercato del lavoro. Il testo ha molti punti oscuri. Quello più discusso è il licenziamento per motivi economici. La riforma della ministra Fornero apre una falla incredibile per il mercato in uscita. La maggior parte degli imprenditori scriverà il motivo economico come causa di licenziamento. In questo modo il “padrone” se la cava con un risarcimento che varia tra le 15 e le 27 mensilità. Una miseria per il lavoratore.

La Procura di Varese apre un’indagine sui prezzi della benzina

Immagine
Da alcuni mesi il prezzo dei carburanti è aumentato in modo quasi esponenziale. La Procura della Repubblica di Varese ha avviato un’indagine innovativa nella quale le compagnie petrolifere vengono assimilate a soggetti incaricati di un pubblico servizio.

Confcommercio: In Italia pressione fiscale al 45,2%

Immagine
Nel 2012 si raggiungerà il record della pressione fiscale a livello italiano e mondiale con un tasso del 45,2%. Si passerà ufficialmente dal settimo al quinto posto nella classifica europea. Lo mette in evidenza la Confcommercio aprendo il Forum annuale di Cernobbio.

Il Consiglio dei ministri approva il DDL Lavoro

Immagine
Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge di riforma del mercato del lavoro. Il DDL è stato varato con la formula “salvo intese”, dopo 5 ore e mezza di discussione. Ora il testo va in Parlamento. Il DDL di riforma del lavoro prevede, in caso di licenziamento dovuto a motivi economici, che il lavoratore potrà ottenere solo un indennizzo monetario.

La Borsa di Milano chiude in leggero rialzo. Spread a 318 punti

Immagine
La Borsa di Milano ha chiuso l’ultima seduta della settimana in leggero rialzo. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,21% a 16.485 punti, mentre il Ftse All Share è salito dello 0,21% a quota 17.497. Chiudono in positivo anche Parigi(+0,11%), Londra(+0,16%) e Francoforte(+0,21%).

E’ partita la vendita del nuovo iPad

Immagine
E’ partita ufficialmente la vendita del nuovo iPad. La notte bianca ha riscosso un discreto successo, anche se non ci sono state la solita ressa. A Napoli sono stati venduti 200 iPad. Il primo acquirente è uno studente di 20 anni della “Federico II”. Fa parte della generazione capra?

Torna l’ora legale

Immagine
Nella notte tra sabato 24 marzo e domenica 25 termina l’ora solare e torna in vigore l’ora legale. Alle 2 di domenica le lancette dell’orologio andranno sposate avanti di un’ora, cioè alle 3. Gli italiani perderanno l’ora di sonno guadagnata il 30 ottobre 2011, ma avremo un’ora in più di luce. Per superare l’insonnia basterà cambiare un po’ la dieta.

La generazione capra a Piazza Pulita

Immagine
Ieri(22 marzo) a “Piazza Pulita si è parlato della riforma del lavoro di Elsa Fornero. Il cronista Luca Rosini è andato a Milano nell’ora dell’aperitivo a raccogliere le voci dei giovani su lavoro e precarietà. Ne è uscito fuori una quadro desolante. Piazza Pulita ha svelato uno spaccato della nostra società: la generazione capra, ovvero quei giovani disinformati che vivono alla giornata e che non hanno interessi.

Grillo dovrà versare alla Fininvest 50 mila euro a titolo di risarcimento

Immagine
La Corte d’Appello di Roma ha condannato Beppe Grillo a pagare 50 mila euro di danni a Fininvest. L’azienda del Biscione aveva chiesto 500 mila euro di risarcimento. La sentenza è stata depositata il 19 marzo 2012, ma solo oggi(22 marzo) la stessa società ne ha dato notizia con una nota diffusa alle agenzie di stampa.

La Camera approva il DL Liberalizzazioni. Il decreto diventa legge

Immagine
La Camera ha approvato il decreto legge del governo sulle Liberalizzazioni. Nel voto finale i SI sono 365, i NO 51, gli astenuti 6. Il decreto, già approvato dal Senato, diventa legge.

Il governo accoglie l’Odg sulla reintroduzione delle commissioni bancarie

Immagine
Il DL Liberalizzazioni approvato al Senato il 1 marzo 2012 prevedeva anche l’abolizione delle commissioni bancarie sulle linee di credito. Dopo l’approvazione si è dimesso il comitato di presidenza dell’Associazione bancaria italiana(Abi). Questa sarebbe stata la prima norma a favore dei consumatori. Sarebbe stato bello se fosse durato.