Calearo: Con lo stipendio da parlamentare mi pago il mutuo

Il deputato Massimo Calearo rivela che con lo stipendio da parlamentare si paga il mutuo da 12 mila euro.

Massimo CalearoL’individuo che vedete nella foto è Massimo Calearo. A molti questo nome non dirà nulla, almeno fino ad oggi. Chi è? Il tizio è un imprenditore del Nord est italiano con aziende delocalizzate in Slovacchia e Tunisia.

Nel 2008 quella “mente geniale” di Walter Veltroni l’ha inserito nel listone del Partito Democratico per prendere voti in Veneto. Dopo aver seguito Francesco Rutelli all’Api, il deputato imprenditore ha formato il “trio delle meraviglie” con Antonio Razzi e Domenico Scilipoti nel dicembre 2010. I tre hanno salvato Silvio Berlusconi, ma hanno affossato l’Italia. Come mai questa breve cronistoria?

Ieri(30 marzo), l’onorevole è stato intervistato dalla trasmissione “La Zanzara” su Radio 24. Calearo ha dichiarato “Dall’inizio dell’anno alla Camera sono andato solo tre volte, anche per motivi familiari. Rimango a casa a fare l’imprenditore, invece che andare a premere un pulsante. Non serve a niente. Anzi, credo che da questo momento fino alla fine della legislatura non ci andrò più”. Il deputato imprenditore ha aggiunto “Fino a novembre mi sono divertito a fare il consulente di Berlusconi sul commercio estero, ora non servo più. E’ usurante andare alla Camera solo a premere un pulsante”.

Cruciani e Parenzo gli hanno chiesto perché non si dimette. Calearo ha risposto “Dimissioni? No, perché al posto mio entrerebbe uno del PD molto di sinistra, un filo-castrista”. L’uomo in questione è Andrea Colasio. Nel passaggio successivo l’onorevole spiega il vero motivo per cui non si dimette. Calearo ha detto “Con lo stipendio da parlamentare pago il mutuo della casa che ho comprato, 12 mila euro al mese di mutuo. È una casa molto grande”. Capito? Noi contribuenti paghiamo il mutuo ad un imprenditore, magari ad un tasso dell’1,57%.

Il deputato imprenditore svela anche il “mistero” della Porsche nascosta al fisco. Calearo ha dichiarato “La mia Porsche è targata slovacca, l’ho comprata lì perché ho un’attività in quel paese con 250 dipendenti. E poi in Slovacchia si possono scaricare tutte le spese per la vettura. In Italia no”. Ci manca solo che lo Stato rimborsa tutte le spese dell’auto. Ma per favore. Calearo dimettiti e va a vivere in Slovacchia o Tunisia. Qui non ti vogliamo.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Regione Campania non approva convenzione. Navigator senza lavoro

Il caso ex Ilva di Taranto

De Magistris: Disponibile ad una candidatura in Campania

Cgia: Consumi famiglie tagliati di 21,5 miliardi

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli