Napoli: La Provincia aumenta l’aliquota RC auto e l’IPT

Luigi CesaroBrutte notizie per i cittadini di Napoli. Ieri(26 marzo), la Provincia di Napoli ha deciso di svuotare ulteriormente le tasche dei poveri contribuenti. Questa volta gli amministratori dell’inutile ente hanno deciso di incrementare l’aliquota dell’imposta RC Auto di 3,5 punti, portandola dal 12,5% al 16%, nonché di stabilire per l’anno 2012 una maggiorazione del 30% sulla tariffa di iscrizione al pubblico registro automobilistico(IPT).

Gli introiti stimati comporterebbero un’entrata maggiore per 22.400.000 euro per quanto riguarda l’RC auto e di 5 milioni per quanto riguarda l’I.P.T. Il presidente della Provincia, Luigi Cesaro, ha commentato: “Queste misure sono dolorose ma inevitabili. Diversamente da quasi la totalità delle altre province ero riuscito lo scorso anno a non intervenire sull’RC Auto e sull’I.P.T., ma i recenti provvedimenti del Governo, che ha stabilito corposi tagli nei confronti delle amministrazioni provinciali, mi vedono costretto ad assumere queste decisioni per poter garantire i servizi indispensabili che spettano al nostro ente”.

Il “pidiellino” ha aggiunto “Non so se queste misure da sole basteranno a far quadrare il bilancio. Può darsi che sarà necessario qualche altro correttivo, anche se non di questa portata”. Ancora? Ma questi ci vogliono ridurre in mutande? Basta! Le Province sono degli enti spreca soldi. Vanno abolite.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Regione Campania non approva convenzione. Navigator senza lavoro

Il caso ex Ilva di Taranto

De Magistris: Disponibile ad una candidatura in Campania

Cgia: Consumi famiglie tagliati di 21,5 miliardi

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli