E’ partito Italo. Codacons denuncia l’impossibilità di accedere alle classe superiori

Primo viaggio pubblico del nuovo treno ad altà velocità Ntv. Passeggeri soddisfatti, nonostante qualche contrattempo. Ma il Codacons denuncia: "Impedità la mobilità tra le carrozze di diverse classi".

Italo

Partito alle 7 di stamane da Napoli il primo Italo, il treno della società privata Ntv(Nuovo trasporto viaggiatori Spa) che fa concorrenza sull’alta velocità a Freccia Rossa di Trenitalia.

Centottanta i passeggeri saliti a Roma Tiburtina, dove il treno, diretto a Milano, ha fatto tappa. A bordo anche l’amministratore delegato di Ntv, Giuseppe Sciarrone, soddisfatto della numerosa presenza di viaggiatori. Non sono mancati i contrattempi e le prime polemiche. Il collegamento wi-fi non era funazionante nella tratta Roma-Bologna. Il Codacons denuncia l’impossibilità per i passeggeri di accedere dalle carrozze “Smart” a quelle di livello superiore. Una cosa simile era accaduta anche con Trenitalia. Alla fine sono stati costretti a fare retromarcia.

Carlo Rienzi, presidente dell’associazione dei consumatori, ha dichiarato “Dalla classe Smart abbiamo provato a visitare gli altri ambienti del treno al fine di testare il comfort e i servizi offerti dai livelli più costosi, ma un addetto ci ha sbarrato la strada spiegandoci che chi viaggia in classe economica non può accedere alle carrozze riservate ai possessori di biglietti Prima e Club, e che avremmo potuto osservarle dall’esterno attraverso i finestrini. Ci sembra una discriminazione assurda e ingiusta, che potrebbe avere addirittura ripercussioni sul fronte della sicurezza. In caso di incendio su una carrozza Smart, infatti, come faranno i passeggeri a mettersi in salvo se non possono accedere alle altre aree del treno?”.

Non convince la replica di Ntv. “Nuovo Trasporto Viaggiatori” ha diramato una nota in cui c’è scritto: “Ntv smentisce nel modo più assoluto che ai viaggiatori sia stata impedita la possibilità di muoversi fra gli ambienti del treno. In considerazione del grande entusiasmo dei viaggiatori e del fatto che fosse il primo viaggio di Italo, il personale di bordo ha accompagnato numerosissime persone a visitare il treno, sebbene le regole di una buona condotta, del rispetto per gli altri passeggeri e della doverosa tutela della privacy, suggeriscano che ogni passeggero viaggi nell’ambiente assegnato”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino