Istat: A giugno disoccupazione al 10,8%. E’ record storico

L’Istat ha pubblicato i dati sul lavoro in Italia relativi al mese di giugno. La disoccupazione sale al 10,8%. E' record storico.

Tassi di occupazione, disoccupazione e inattività. Giugno 2012Oggi(31 luglio), l’Istat ha pubblicato i dati sul lavoro in Italia. Nel mese di giugno il tasso di disoccupazione è salito all’10,8%, in aumento di 0,3 punti percentuali rispetto ad maggio¹ e di 2,7 punti rispetto all’anno precedente. E’ un record storico, ai massimi dal 2004 e, messo in confronto con le serie trimestrali, è il più elevato dal quarto trimestre 1992.                

Il numero dei disoccupati, pari a 2.792 mila, cresce del 2,7% rispetto ad maggio(+73 mila unità), tale aumento riguarda sia gli uomini sia le donne. Su base annua si registra una crescita del 37,5%(761 mila unità). A giugno 2012 gli occupati sono 22.970 mila, in calo dello 0,1% rispetto ad maggio(-29 mila unità). Il calo riguarda in particolare le donne. Rispetto a giugno 2011 gli occupati crescono di 11 mila unità). Il tasso di occupazione è pari al 56,9%, in diminuzione nel confronto congiunturale di 0,1 punti percentuali e stabile in termini tendenziali.

Gli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuiscono dello 0,4%(-52 mila unità) rispetto al mese precedente. Il tasso di inattività si posiziona al 36,1%, con una flessione di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 1,8 punti su base annua. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l’incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 34,3%, in calo di 1,0 punti percentuali rispetto ad maggio. I giovani disoccupati rappresentano il 10,1% della popolazione di questa fascia d’età.

¹ L’Istat ha revisionato i dati relativi ai precedenti tre mesi per un aggiornamento del modello di destagionalizzazione.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino