Lo spot antipirateria usa musica pirata

Il Tribunale di Amsterdam ha condannato la Buma Stemra, società di gestione collettiva dei diritti d’autore, per aver utilizzato musica pirata nello spot antipirateria.

Spot antipirateriaDa alcuni anni nelle sale cinematografiche viene proiettato un video antipirateria prima dell’inizio del film. Lo spot recita: “Non ruberesti mai una macchina, non ruberesti mai una borsa, non ruberesti mai un televisore, non ruberesti mai un film, scaricare da internet film piratati è come rubare, è contro la legge, la pirateria è un reato”.

Il sottofondo musicale dello spot è pirata, nel senso che è stato usato senza chiedere l’autorizzazione. L’autore non ha mai ricevuto alcun compenso e per questo motivo ha citato in giudizio la Buma Stemra, società di gestione collettiva dei diritti d’autore. Il Tribunale olandese ha condannato la società. Sembra una barzelletta, ma è tutto vero.

Secondo il Tribunale di Amsterdam, nello spot viene utilizzata musica per la quale l’autore ha autorizzato l’uso, una sola volta ed in relazione ad un evento live, scoprendo, solo successivamente, che la sua musica veniva, invece, utilizzata attraverso decine di canali di diffusione diversi. Nel video potete ammirare Beppe Grillo mentre deride lo spot in questione.

Per ulteriori info: Il Fatto Quotidiano

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino