Una vita vale 1936,80 euro?

1936,80 euro. E' l'ammontare del risarcimento che ha avuto dall’Inail la famiglia di Matteo Armellini, il 31enne romano morto il 5 marzo scorso a Reggio Calabria durante l’allestimento del palco per il concerto di Laura Pausini.

Matteo ArmelliniUna vita di una persona vale 1936,80 euro. Questa è la cifra che l’Inail ha dato alla madre di Matteo Armellini, l’operaio ucciso il 5 marzo scorso dal crollo del palco per il concerto di Laura Pausini. La cantante, che si esibisce stasera(24 luglio) a Napoli con Pino Daniele, non ha commentato la notizia.

Paola Armellini è molto amareggiata. La madre di Matteo ha dichiarato “L’unica certezza fino ad adesso è che la vita di mio figlio non vale neanche duemila euro. Vorrei una spiegazione, non tanto per i 1936,80 euro, ma perché mio figlio è morto sotto un palco e nell’oggetto del pagamento c`è scritto ‘risarcimento per infortunio e malattia professionale’. È un problema di dignità, Matteo non aveva ancora cominciato a lavorare, gli è caduta in testa tutta la struttura. Non voglio, non ci sto che la morte di mio figlio venga liquidata così”.

La donna pretende chiarezza. Paola ha detto “Bisogna rivedere il modo in cui viene gestito il lavoro dei ragazzi che collaborano all’allestimento dei palchi, non hanno alcuna copertura assicurativa. Ai miei tempi, un sindacato non avrebbe mai permesso una cosa del genere. Vorrei che il nome di mio figlio venisse ricordato, chiedo ai sindacati e alle forze sociali di intervenire. Sono ragazzi che cercano di guadagnare dei soldi anche per aiutare le famiglie, ma devono essere tutelati”.

Giuseppe Lucibello, direttore generale dell’Inail, ha spiegato “Quei soldi non sono un risarcimento ma un anticipo dell’assegno funerario. La retribuzione molto bassa del ragazzo non consente di immaginare risarcimenti consistenti. Con le attuali leggi, l’Inail risarcisce quello che può ma ha avanzato più volte proposte per meglio tutelare i più giovani”. Invece di stare in silenzio, la Pausini potrebbe fare un gesto dignitoso: donare 1 milione di euro alla madre di Armellini. Tanto per lei quella cifra è ridicola. Ci sono tanti “fessi” che le regalano soldi per vedere i suoi concerti. Forza Laura ce la puoi fare.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018

La caduta del muro di Berlino