Cina: Scontri nella fabbrica dove si produce l’iPhone 5

Duemila operai protestano nella fabbrica dell'iPhone 5. La rabbia dei dipendenti esplode dopo che un poliziotto ha colpito un dipendente per motivi non chiari ma probabilmente legati all'obbligo di straordinario.

Operai della FoxconnResterà chiusa oggi la fabbrica cinese della Foxconn di Taiyuan, che produce parti dell’iPhone5 e dove ieri sera(23 settembre) ci sono stati scontri che hanno interessato oltre 2 mila dipendenti. Lo ha comunicato la stessa società.

Le notizie che circolano su internet sono confuse. Secondo alcune fonti, nei dormitori della fabbrica, sarebbe scoppiata una rissa fra gruppi rivali di dipendenti sedata dalla polizia che ha arrestato diversi operai. Altri invece sostengono che la protesta sarebbe cominciata dopo che un poliziotto ha colpito un dipendente, per motivi non ancora chiari ma forse legati agli obblighi di straordinario che hanno i dipendenti. La fabbrica della Foxconn negli scorsi anni è stata interessata da un’ondata di suicidi per le pessime condizioni di lavoro.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Legambiente: 148 eventi estremi nel 2018