Nel 2012 consumi in calo del 3%. Aumento prezzi doppio di stipendi

Nel 2012 i consumi degli italiani potrebbero segnare un calo superiore al 3%. Il ritmo di crescita dei prezzi è circa doppio rispetto gli stipendi.

Consumi in calo nel 2012La crisi economica è tutt’altro che finita. Nel 2012 i consumi degli italiani potrebbero segnare un calo superiore al 3%. Lo stima Confcommercio, rivedendo al ribasso le sue previsioni. E’ il dato peggiore della storia della repubblica italiana.

Tra il 3° trimestre 2007(dato pre-crisi) e il 2° trimestre 2012 i consumi sono diminuiti, in termini reali, del 6,5%. Soffrono tutti i settori, con le sole eccezioni di telefonia e informatica e di un solo canale distributivo: il discount. Molise, Friuli e Liguria, le regioni dove si registrano le maggiori perdite di esercizi commerciali.

Le retribuzioni contrattuali orarie a agosto segnano un leggerissimo aumento su luglio(+0,1%) mentre salgono dell’1,6% su base annua. Sul tendenziale sono sotto il livello di inflazione dello stesso mese(+3,2%) di 1,6 punti. Quindi il ritmo di crescita dei prezzi è circa doppio. Lo rileva l’Istat. In assenza di rinnovi la crescita annua dell’indice delle retribuzioni contrattuali da gennaio 2013 crollerebbe, attestandosi allo 0,9%. A fine di dicembre 2012 sono in scadenza gran parte dei contratti dell’industria.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Regione Campania non approva convenzione. Navigator senza lavoro

Il caso ex Ilva di Taranto

De Magistris: Disponibile ad una candidatura in Campania

Cgia: Consumi famiglie tagliati di 21,5 miliardi

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli