Figisc: I prezzi dei carburanti saliranno di 1,5 centesimi

I prezzi dei carburanti dovrebbero salire di 1,5 centesimi di euro al litro nei prossimi giorni. A dirlo è Luca Squeri, presidente nazionale della Figisc.

Andamento petrolio e euroBrutte notizie per gli automobilisti. Nei prossimi giorni ci sarà l’ennesimo aumento dei carburanti. A dirlo è Luca Squeri, presidente nazionale della Federazione italiana gestori impianti stradali carburante(Figisc).

Squeri ha dichirato “I prezzi dei carburanti dovrebbero salire di 1,5 centesimi di euro al litro nei prossimi giorni. La quotazione del greggio anche con i dati di ieri(27 settembre) è cresciuta marcatamente rispetto allo scorso fine settimana, complice un progressivo indebolimento del cambio euro dollaro, attestandosi sugli 88 euro al barile. Ancora mediamente più marcato è stato l’andamento rialzista nelle dinamiche dei prodotti raffinati”. E’ vero?  Di seguito potete leggere l’andamento del prezzo del petrolio e dell’euro dal 20 settembre ad oggi(28 settembre).

Data Petrolio $ Euro Verde Diesel
20/09/2012 92,82 1,2974 1,917 1,806
21/09/2012 93,06 1,2980 1,912 1,802
23/09/2012 92,90 1,2967 - -
24/09/2012 92,10 1,2941 1,905 1,797
25/09/2012 90,86 1,2898 1,905 1,796
26/09/2012 90,31 1,2878 1,904 1,796
27/09/2012 92,22 1,2912 1,903 1,795
28/09/2012 91,87 1,2882 1,903 1,796

Leggendo i dati si scopre che i carburanti costavano di più il giorno prima che petrolio e euro toccassero il loro apice di questi 8 giorni. Oggi l’oro nero vale 0,95 centesimi di dollari meno del 20 settembre, mentre l’euro è calato di 0,0092. Il 26 settembre si registra il valore più basso per petrolio e euro.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Legambiente: 148 eventi estremi nel 2018