La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Oggi(25 novembre) è la giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. Mara Carfagna(PDL) e Giulia Bongiorno(FLI) propongono l’ergastolo per chi commette un femminicidio.

La Giornata mondiale contro la violenza sulle donneL’Onu celebra oggi(25 novembre) la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, una delle forme di violenza più diffusa, senza confini di ambiente, religione, cultura e nazionalità. Dal primo gennaio 2012 a oggi sono 117 le donne uccise da mariti, compagni, fidanzati in Italia. A Torino parte la campagna “365No”.

La data del 25 novembre fu scelta in ricordo del brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leonidas Trujillo, il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana per 30 anni. Il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, ha annunciato di aver firmato la Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne.

Contro il femminicidio si stanno battendo anche Mara Carfagna(PDL) e Giulia Bongiorno(FLI). Le due donne hanno presentato una proposta di legge che introduce l’ergastolo per chi commette un femminicidio. Capito? Se un uomo uccide un maschio se la cava con una pena che varia dai 10 ai 18 anni, mentre si becca l’ergastolo se uccide una donna. L’ex ministro sul suo blog ha scritto:

L’aggravante dell’ergastolo è previsto se l’omicidio è commesso in reazione ad una violazione dell’onore o in reazione ad una presunta violazione di norme sociali, culturali e religiose. Non scatta, dunque, automaticamente e per tutti. La legge, che aspira ad essere innanzitutto un deterrente, ma che vuole anche punire con la massima severità un omicidio la cui motivazione sia una concezione proprietaria della donna,non crea dunque alcuna discriminazione al contrario.

In pratica un altro modo per complicare la “nostra” giustizia. Si dovrà perdere tempo per verificare se l’omicidio viola l’onore etc. Ma non sarebbe più semplice applicare le leggi che già ci sono? La cosa buffa è che un avvocato(la Bongiorno) si batte contro il femminicidio. La deputata di FLI dovrebbe guardare la sua professione da un altro punto di vista. Molte donne sono state uccise da uomini(fidanzati o mariti) che in precedenza erano stati scagionati grazie all’ottimo “lavoro” degli avvocati.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

CheBanca! con problemi tecnici

Istat: Lettori di libri stabili in Italia