Il Senato dà il via libera alla norma salva direttori. Giornalisti in sciopero

L’aula del Senato ha detto sì alla norma “salva-direttori”, inserita nel DDL Diffamazione dal relatore Berselli. Giornalisti in sciopero.

Franco SiddiL’aula del Senato ha detto sì alla norma “salva-direttori”, inserita nel DDL Diffamazione dal relatore Berselli. La norma prevede che per il reato della diffamazione il giornalista vada in carcere fino a un anno, mentre al direttore e al vicedirettore responsabile tocchi solo il pagamento di una multa fino a 50 mila euro.

I voti favorevoli sono stati 122, i no 111 e sei gli astenuti. Il governo aveva espresso un parere tecnico di contrarietà, pertanto è stato battuto. Il voto conclusivo sull’articolo 1 è stato rinviato alla prossima seduta d’aula, lunedì 26 novembre 2012. Ci sarà il voto segreto, che è stato richiesto dal PD. Sul piedi di guerra la Federazione Nazionale Stampa Italiana(Fnsi).

Franco Siddi, segretario della Fnsi, ha dichiarato “Il voto di oggi è la dichiarazione di un conflitto che i giornalisti sono costretti a raccogliere chiamando alla risposta con loro tutti i cittadini. Lo sciopero di lunedì 26 novembre, con una mobilitazione diffusa, è inevitabile. La maggioranza che si è ricreata nel voto contro i giornalisti compie un atto di violenza che non potrà restare senza sanzione pubblica da parte della categoria e dei cittadini”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

CheBanca! con problemi tecnici

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

Istat: Lettori di libri stabili in Italia