Inps: Il 17% dei pensionati ha un’indennità inferiore ai 500 euro

Il 52% delle pensioni non supera i 1.000 euro. Crolla il potere d'acquisto. Le italiane tornano a fare le colf. Questo è quello che emerge dal bilancio sociale dell'Inps.

PensionatiSecondo il bilancio sociale Inps, 7,2 milioni di pensionati percepisce un assegno inferiore ai 1.000 euro mensili. Il 17% ha un’indennità inferiore ai 500 euro, il 35% percepisce fra i 500 e i 1.000 euro, il 24% un assegno fra i 1.000 e i 1.500 euro e solo il 2,9% è sopra i 3.000 euro.

Il potere d’acquisto delle famiglie tra il 2008 e il 2011 è sceso del 3,8%. Rispetto al 2007 la diminuzione è stata del 5,2%. Nel 2011 l’Inps ha speso per ammortizzatori sociali 19,1 miliardi di euro, in calo dell’1,7% rispetto al 2010. Da segnalare il ritorno delle italiane a fare le colf: dal 2008 al 2011 la loro percentuale è cresciuta del 20%. Così sfatiamo il mito che solo le straniere fanno questo lavoro.

Nel 2011 le entrate contributive sono arrivate a 150,8 miliardi di euro, registrando un incremento di 3,2 miliardi(+2,2%).  L’aumento delle entrate è dovuta alla crescita delle retribuzioni lorde globali dei lavoratori del settore privato(+3,8%). Gli operai rappresentano con 6.505.337 unità ancora più della metà dei lavoratori dipendenti(-0,3% tra il 2009 e il 2011), mentre gli impiegati con 4.863.350 unità(+0,4% nel biennio) sono il 39,1%. Gli apprendisti con appena 488.062 unità nel 2011(-6% nel 2011) rappresentano appena il 3,9% dei dipendenti. I dirigenti sono l’1% e i quadri il 2,9%.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

CheBanca! con problemi tecnici

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

Istat: Lettori di libri stabili in Italia