Ocse: PIL italiano è l’unico a calare tra i G7

"Italia fuori dalla recessione a cavallo tra il 2013 e 2014". Lo scrive l'Ocse. Il PIL italiano è l’unico a calare tra i G7.

La disoccupazione prima e dopo crisiL’attività economica globale è in ripresa, ma il perdurare della crisi nella zona euro sta ritardando un recupero significativo. Lo scrive l’Ocse. Le economie dei G7 cresceranno ad un tasso del 2,4% nel primo trimestre 2013 e dell’1,8% nel secondo.

Per l’economia italiana “si conferma una crescita generalmente negativa quest’anno, ma si tratta di una recessione che si sta avviando alla fine con un ritorno alla crescita positiva per la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo”. Lo ha detto il vice-segretario generale dell’Ocse, Pier Carlo Padoan. L’Ocse scrive: “Le riforme strutturali realizzate dall’Italia e da altri Paesi UE offrono una solida base per una ripresa della competitività e un aumento nell’occupazione. Il PIL italiano è l’unico a calare tra i G7”. In Italia, il Prodotto Interno Lordo calerà del 1,6% nel primo trimestre e di un ulteriore 1% nel secondo.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore