Cgia: 520 mila nuovi disoccupati nel 2013

Entro la fine di quest’anno i possibili nuovi esclusi dal mercato del lavoro potrebbero aumentare, rispetto al 2012, di quasi 520.000 unità. A dirlo è la CGIA di Mestre.

DisoccupatiEntro la fine di quest’anno i possibili nuovi esclusi dal mercato del lavoro potrebbero aumentare di quasi 520 mila unità rispetto al 2012. A stimarlo la Cgia di Mestre, che ha sommato i disoccupati, i cassaintegrati a zero ore e gli scoraggiati in più che ci saranno alla fine del 2013. Se alla fine del 2012 questi esclusi dal mercato del lavoro erano poco più di 4.886.000, alla fine di quest’anno supereranno di poco i 5.405.800 unità.

Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia, ha dichiarato “Appare evidente che per invertire la tendenza in atto bisogna agire su più fronti: ridurre il costo del lavoro, favorire una maggiore flessibilità che sia accompagnata da misure di sostegno al reddito per i lavoratori occupati a tempo determinato, ma, in particolar modo, assicurare un alleggerimento fiscale e burocratico sulle imprese. Se non aiutiamo soprattutto le micro imprese con meno di 10 addetti, che nel decennio scorso hanno garantito in UE il 58% dei nuovi posti di lavoro, sarà molto difficile abbassare il tasso di disoccupazione che alla fine di quest’anno è dato al 12%”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%