La contestazione a Franceschini e il fascismo dei media

Dario Franceschini al ristorante insultato da alcuni manifestanti che protestavano per la rielezione di Napolitano. Guarda il video.

Dario FranceschiniIl 20 aprile 2013 Giorgio Napolitano è stato rieletto presidente della Repubblica. Non è un golpe, come ha detto Beppe Grillo, ma l’ennesima inculata al popolo italiano. Non si capisce perché l’ex comunista abbia cambiato idea.

Il 1 marzo 2013 Napolitano ha dichiarato “Quando sono finiti i 7 anni bisogna procedere all’elezione di un nuovo presidente”. C’è qualcosa che non quadra. Dopo la rielezione “beffa”, Dario Franceschini(PD) è stato contestato in un ristorante da un gruppo di manifestanti. Il “pidino” ha scritto su Twitter:

Il tweet di Dario Franceschini

Si è scusato con gli altri clienti. Caro Franceschini, tu devi scusarti con gli italiani per la non politica degli ultimi anni. Ma poi come fai a dire che erano “grillini”? Ce l’avevano scritto in fronte? Sarà un caso, ma il tweet in questione è stato cancellato. Lo “sfogo” di Franceschini è stato subito “pubblicizzato” dal programma “In Onda”.

Luca Telese ha subito preso la palla al balzo per attaccare il Movimento 5 Stelle. Sembrava quasi che il “pidino” fosse stato linciato dai manifestanti. Attenzione! Questi furfanti stanno lanciando il messaggio che ogni contestatore è un grillino. Per loro non fa nessuna differenza se sei un disoccupato, un esodato o uno che rischia il licenziamento. Il fascismo si fa pure con i media.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%