Crozza: Letta aveva il carisma di un portapacchi di una Fiat Punto

Ironizzando sul carisma di Enrico Letta il comico genovese Maurizio Crozza introduce la puntata di Ballarò. Guarda il video.

Maurizio CrozzaQuesta sera(30 aprile) Maurizio Crozza ha fatto l’ennesimo monologo da incorniciare nella trentaduesima puntata della stagione di “Ballarò”. Il comico genovese ha parlato del discorso di Enrico Letta.

Crozza ha esordito dicendo “Quanto mi è piaciuto il discorso di Letta ieri. La parte migliore è stata senz’altra l’omelia su gesti, parole, opere e omissioni tutto un brivido. Mancava solo: scambiate un segno di pace, fate questo in memoria del PD. E’ stato bravissimo. Ha detto più crescita ma meno debito, più rigore ma meno tasse, più Europa ma meno vincoli e poi ha chiuso con più latte e meno cacao. Però lì non se le cagato nessuno. La cosa più bella è quando ha detto che tagliava lo stipendio ai ministri. Alla Bonino è caduta la mascella; aveva la stessa espressione di quella che ti viene quando vedi l’autovelox ma è tardi”.

Il comico genovese ha aggiunto “Giova ma ti rendi conto della forza dirompente di Enrico Letta, quello che fino a due settimane fa aveva il carisma di un portapacchi di una Fiat Punto. Trasmetteva la stessa allegria di una lampadina a basso consumo, quelle che dove le metti sembra sempre ci sia un’autopsia in corso; quelle che non attirano nemmeno le falene. C’è sempre un bambino che gioca solo se porta il pallone, Letta non giocava nemmeno quando il campo. Fino a poco fa era quello che se tornavi a casa e lo trovavi a letto con tua moglie e lei ti diceva che stavano solo parlando, tu ci credevi. Basta dire che era il vice di Bersani, l’uomo che ha sbagliato tutto, compreso il vice”. Alla fine il comico genovese imita Renato Brunetta. Per il resto guardate il video.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%