Smart Cities

L'innovazione muove il futuro: le Smart Cities del PON Ricerca e Competitività.

PONLa settimana scorsa l’Istat ha pubblicato i dati sulla disoccupazione in Italia dal 1977 al 2012. In 35 anni il numero dei senza lavoro è quasi raddoppiato al Sud. Il Programma Operativo Nazionale (PON) Ricerca e Competitività 2007-2013 punta a migliorare le città con tecnologie di nuova generazione che semplificano la conoscenza, i servizi e le informazioni ai cittadini diffondendo energie che muovono una crescita sostenibile, efficiente e competitiva. Cosa c’entra con la disoccupazione nel Mezzogiorno?

Il PON è il principale strumento tramite il quale il sistema della ricerca e dell’imprenditoria possono sviluppare soluzioni per incrementare la competitività e creare occupazione in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Il PON Ricerca e Competitività finanzia progetti nei campi della ricerca scientifica, dello sviluppo tecnologico, della competitività e dell’innovazione industriale e ha una dotazione finanziaria di oltre 6 miliardi di euro, di cui la metà, 3.102 milioni di euro, è assicurata dal co-finanziamento dell’Unione europea tramite il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale(FESR).

La responsabilità politica e attuativa del PON Ricerca e Competitività è attribuita al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) in qualità di Autorità di Gestione (AdG) e al Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) in qualità di Organismo intermedio (OI). Il simbolo del PON Ricerca e Competitività è un albero. La scelta non è casuale: “innaffiandolo”, attraverso i vari interventi e le specifiche azioni, l’albero produce “frutti” importanti. Il Programma si articola in vari interventi, alcuni gestiti dal MIUR e altri dal MISE.

Ci sono 8 progetti (foto) pilota in altrettanti ambiti fondamentali per il benessere comune: salute, mobilità, ambiente, Pubblica Amministrazione, gestione dei rifiuti, energia, cultura e turismo, scuola. Tra questi segnalo “Smart Cities”e “Smart education”. Il primo punta a migliorare servizi e qualità delle comunità in cui viviamo grazie alla ricerca e alla tecnologia, mentre il secondo incentiva l’utilizzo dei tablet in sostituzione dei libri scolastici  e progetta sistemi di e-government e di trasporto elettrico ecosostenibile.

Tutti i progetti hanno una cosa in comune: il rispetto per l’ambiente. In allegato trovate lo spot del PON R&C 2007-2013 realizzato nell’ambito della Campagna di Comunicazione del Programma e dedicato agli interventi realizzati in materia di “Smart Cities”. “In un mondo che cambia sosteniamo nuove idee per una migliore qualità della vita. L’innovazione muove il futuro”: questo è il messaggio che esce “fuori” dal video. Non posso che condividere. Solo in questo modo si può salvare il mondo e creare nuove opportunità di lavoro. E tu cosa pensi?

 

Articolo sponsorizzato

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Scampia sommersa dai rifiuti

Taglio dei parlamentari è legge

Scuola chiusa per discarica abusiva

Approvato nota al DEF. Stop aumento IVA

Cgia: Grandi imprese evasione maggiore

Istat: Disoccupazione luglio al 9,5%