Stati Uniti: Apple accusata di evasione fiscale

Apple sotto accusa negli Stati Uniti per evasione fiscale. Secondo un'indagine in corso, il gruppo guidato da Tim Cook non avrebbe pagato le tasse dovute su circa 74 miliardi di dollari.

AppleBrutte notizie per Apple. Secondo un’inchiesta del Senato degli Stati Uniti, il più noto marchio dell’hi-tech avrebbe eluso tra il 2009 e il 2012 imposte su 74 miliardi di dollari, con un risparmio di tasse pari a 44 miliardi.

Il gigante di Cupertino avrebbe spostato all’estero profitti per decine di miliardi di dollari avvalendosi di una rete di società fittizie in Irlanda prive di dipendenti e di sede. Nello specifico, la controllata irlandese ha guadagnato 22 miliardi di dollari nel 2011 pagando solo 10 milioni di dollari di tasse. Tim Cook, amministratore delegato della Apple, ha prontamente ribattuto che Apple dà lavoro a 600 mila lavoratori ed è uno dei maggiori contribuenti degli Stati Uniti, pagando all’erario ogni singolo dollaro dovuto. Sarà vero?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

La caduta del muro di Berlino

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli

Voragine in via Masoni

Svimez: Cresce divario tra Sud e resto d’Italia