La petizione per l’abolizione delle pensioni d’oro

Sono 100.000 i super-pensionati e ci costano ben 13 miliardi di euro all'anno. Per garantire il cospicuo assegno a queste persone devono versare i contributi qualcosa come 2.200.000 lavoratori.

Lamberto DiniNei giorni scorsi mi è arrivata un mail dal sito “Firmiamo.it” che mi informava di una petizione l’abolizione della “super” pensione di Lamberto Dini. L’ex ministro del Tesoro incassa un vitalizio da 44.054 euro lordi(lui ci tiene a precisarlo) al mese così suddiviso: 18.000 da Bankitalia, 7.000 dall’Inps e 19.054 dal Senato. Dini però non è l’unico ad avere una pensione d’oro.

In Italia sono 100 mila i “super-pensionati” e ci costano ben 13 miliardi di euro all’anno. Per garantire il cospicuo assegno a queste persone devono versare i contributi qualcosa come 2.200.000 lavoratori. Uno sproposito. “Firmiamo.it” propone di mettere un tetto alle pensioni di 3.000-3.500 euro mensili netti. Per la cronaca, Beppe Grillo aveva proposto un tetto a 5.000 euro netti durante la campagna elettorale. Con la proposta di “Firmiamo.it” si risparmierebbero 8 miliardi di euro all’anno, ma potrebbero essere utilizzati anche per abbassare il costo del lavoro. La petizione si è conclusa con il raggiungimento dell’obiettivo delle 10 mila firma.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

CheBanca! con problemi tecnici

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

Istat: Lettori di libri stabili in Italia