La spesa pubblica è aumentata del 34,6% in 10 anni

Dal 2001 al 2011 la spesa pubblica è passata da 600,8 a 809,2 miliardi di euro, con un aumento secco del 34,6%.

Totale usciteIn Italia la pressione fiscale è eccessiva. Non lo dice Oscar Giannino, ma la Banca dei regolamenti internazionali(Bri). Per ridurre il debito c’è una sola soluzione: ridurre la spesa pubblica. La Bri chiede anche la riforma del mercato del lavoro, dei prodotti e le liberalizzazioni. In questo modo l’occupazione crescerebbe del 3%.

Ma torniamo al discorso della spesa pubblica. Facendo una ricerca su Google ho trovato un interessante report sulla finanza pubblica. Nel 2001 il debito pubblico era a 1.358,3 miliardi di euro, mentre il PIL era 1.248,6 miliardi. Il rapporto deficit/PIL era al 3,1% e lo Stato pagava 78,8 miliardi di interessi sul debito. La spesa pubblica era a 600,8 miliardi di euro e la pressione fiscale era al 41,3%. Nel 2011 il debito pubblico è salito di 551,7 miliardi(+40,6%), toccando quota 1.910. Il PIL era 1.602,8 miliardi, mentre il rapporto deficit/PIL era al 3,9%. Lo Stato pagava 75,7 miliardi di interessi sul debito. La spesa pubblica è salita di 208,4 miliardi(+34,6%), toccando quota 809,2. Infine, la pressione fiscale era al 42,4%. Si nota che è aumentato tutto, tranne gli interessi sul debito.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

CheBanca! con problemi tecnici

Istat: Lettori di libri stabili in Italia