Nei prossimi 10 anni saremo dei poveri disoccupati

"Il nostro continente regredirà fino ai tempi degli anni ‘60, ossia 50 anni indietro rispetto agli Stati Uniti". Questo è quello che emerge da un documento della Commissione Europea.

L'inviato de "La Gabbia" Filippo BaroneLa disoccupazione in Italia a novembre 2013 era al 12,7%. In futuro questa percentuale potrebbe superare il 15%. Non lo dico io, ma un documento della Commissione Europea che prevede un futuro senza crescita nel vecchio Continente.

Nel documento c’è scritto: “L’area euro finirà nel 2023 con un tasso di disoccupazione che sarà più alto rispetto a quello precedente la crisi economica”. Ma non finisce qui. Le aziende non avranno modo di riprendersi e il nostro continente regredirà fino ai tempi degli anni ‘60, ossia 50 anni indietro rispetto agli Stati Uniti. Nei prossimi 10 anni l’Europa garantisce meno lavoro e meno ricchezza. Il documento “Quarterly report on the euro area” è stato citato nella puntata de “La Gabbia” del 22 gennaio 2013. Durante un servizio l’inviato chiede ad alcuni deputati cosa pensino di questo documento, ricevendo ben poche risposte concrete.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il bullo di Inps per la famiglia

Inaugurato svincolo per la perimetrale di Melito

Bankitalia: Debito pubblico a 2.363,6 miliardi. E’ record

Inps: 806 mila domande per reddito di cittadinanza

Gozi indagato per consulenza fantasma

Aumento IVA catastrofico per ceto medio-basso