La fine del Movimento 5 Stelle

Il voto del web ha deciso l’espulsione di Alberto Orellana, Francesco Campanella, Lorenzo Battista e Fabrizio Bocchino.

Movimento 5 StelleIeri(26 febbraio) c’è stata la morte politica del Movimento 5 Stelle. Beppe Grillo e company, invece di occuparsi dei problemi degli italiani, hanno istituito l’inquisizione per giudicare i “presunti” dissidenti grillini.

Il voto del web ha deciso l’espulsione di Alberto Orellana, Francesco Campanella, Lorenzo Battista e Fabrizio Bocchino. Su Twitter Grillo ha annunciato che 29.883 utenti hanno votato a favore e 13.485 contro. E lo stesso Grillo dal suo blog lancia un messaggio: “Siamo un pochino meno ma molto, molto più coesi e forti”. Perché questi quattro sono stati cacciati? Al momento un motivo “serio” non c’è.

Caro Beppe, non bastano più le tue battute e i tuoi show, la gente vuole fatti concreti. Queste “pagliacciate” hanno stancato, senza contare che i giornalisti-vassalli non aspettavano altro. Un esempio? Questa mattina, ad “Agorà”, il conduttore Gerardo Greco aveva un sorriso a 32 denti ogni volta che menzionava le espulsioni della “Casaleggio Inquisizione”. Si doveva parlare del “nulla” di Matteo Renzi, invece stiamo a discutere delle espulsioni nel M5S. Vi siete dati la zappa sui piedi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

CheBanca! con problemi tecnici

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

Istat: Lettori di libri stabili in Italia