Stati Uniti: Credit Suisse aiuta evasori

Credit Suisse ha aiutato migliaia di americani a evadere le tasse. La pesante accusa arriva dal Senato degli Stati Uniti.

Credit SuisseCredit Suisse ha aiutato più di 22 mila americani a evadere le tasse, con affermazioni false per la richiesta visti, conducendo attività con i clienti negli ascensori e strappando documenti. E’ quanto emerge da un rapporto della sotto commissione permanente di indagine del Senato.

L’accusa: aver aiutato i clienti a creare entità offshore per evitare tasse e facilitare transazioni sotto i 10 mila dollari, incontrollabili. Ha creato un ufficio all’aeroporto di Zurigo con conti di 10 mila clienti americani. Fra il 2002 e il 2008 i banchieri di Credit Suisse hanno effettuato 150 viaggi negli Stati Uniti: si tratta, complessivamente, di 1.800 banchieri coinvolti. Nel 2006 la banca elvetica aveva 22 mila conti di cittadini americani che valevano 12 miliardi di franchi svizzeri, circa 13,5 miliardi di dollari.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Intesa Sanpaolo non funziona

Il salvataggio di Alitalia

Inaugurata l’area nord di piazza Garibaldi

Unicredit taglia 8 mila posti di lavoro

CheBanca! con problemi tecnici

Istat: Lettori di libri stabili in Italia