Torino: Microsoft e Alpitour presentano lo Smart Working

Microsoft e Alpitour hanno realizzato un ufficio a cielo aperto in piazza Vittorio grazie al cloud computing.

L’ufficio allestito a piazza Vittorio da AlpitourIl telelavoro? In Italia è poco diffuso ma sembra già superato. Il futuro si chiama Smart Working, ovvero la possibilità di trasferire un ufficio dove vogliamo grazie al cloud computing e alla connessione mobile.

Oggi(27 maggio) Microsoft e Alpitour World hanno allestito un ufficio temporaneo in piazza Vittorio a Torino. La dimostrazione è servita per testimoniare come le tecnologie possano consentire flessibilità nel lavoro. Alpitour ha adottato la piattaforma di cloud computing per la produttività Office 365 e device Windows e Windows Phone. Questo ha reso possibile la realizzazione dell’ufficio a cielo aperto. Vieri Chiti, direttore della divisione Office di Microsoft Italia, ha dichiarato: “La piattaforma di cloud computing consente a tutti di lavorare in mobilità. Permette poi di migliorare il rapporto con il cliente, ha un impatto organizzativo e di miglioramento del servizio al cliente”.

Uno studio condotto dalla “Boston Consulting Group” ha reso evidente una chiara correlazione tra adozione massiccia di nuove tecnologie e prestazioni aziendali efficienti. Nel 2010 solo il 20% delle PMI utilizzava gli smartphone per lavorare, attualmente la percentuale ha raggiunto il 45%. I dati sono ancora più significativi se si considera l’utilizzo dei tablet, con una percentuale attuale del 34% rispetto all’8% del 2010. Una ricerca di Microsoft rileva che Italia chi lavora fuori sede si dichiara più produttivo(92%) e più collaborativo(85%). Quasi uno su due è disposto a lavorare più ore per beneficiare di maggiore flessibilità.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Regione Campania non approva convenzione. Navigator senza lavoro

Il caso ex Ilva di Taranto

De Magistris: Disponibile ad una candidatura in Campania

Cgia: Consumi famiglie tagliati di 21,5 miliardi

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli