Emergenza Ebola in Liberia

Dichiarato lo stato di emergenza in Liberia per il pericolo di diffusione del virus. La situazione nei quattro paesi colpiti dal virus in Africa occidentale si aggrava.

Emergenza Ebola in Liberia[9]La presidente della Liberia Ellen Sirleaf Johnson ha decretato lo stato di emergenza per l’epidemia di Ebola che ha colpito il paese. La situazione è drammatica anche in Sierra Leone e Guinea, mentre inizia a preoccupare seriamente la Nigeria. L’Organizzazione Mondiale della Sanità(OMS) ha diffuso un bilancio aggiornato che parla di 932 morti e 1.711 casi.

Il Paese più colpito è la Sierra Leone con 691 casi e 286 morti. Seguono Liberia(516 casi e 282 morti), Guinea(495 casi e 363 morti) e Nigeria(9 casi e un morto). A preoccupare in questa zona dell’Africa è anche la stagione delle piogge, con i casi di malaria e colera che comporta. Il motivo? Ebola, malaria e colera hanno gli stessi sintomi iniziali, come febbre e vomito, che si possono confondere. Cyprien Fabre, capo del dipartimento Aiuti umanitari per l’Africa occidentale della Commissione UE, ha dichiarato: “Succede che i malati in questa incertezza evitino gli ospedali: se pensano sia Ebola, spesso non credono di poter essere aiutati; se pensano che non sia Ebola, non vanno a farsi curare per paura di venire a contatto con casi di ebola. E’ come vedere un disastro al rallentatore, in slow motion”. Intanto negli Stati Uniti il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie(Cdc) ha alzato al livello 1, quello massimo, l’allerta sanitaria. Arrivato a Madrid su un aereo militare il missionario spagnolo contagiato dal virus in Liberia. E’ il primo malato di Ebola giunto in Europa.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Taglio accise carburanti provoca buco di 4 miliardi

Il cimitero islamico a Napoli

L’imprenditore che non trovava personale si lamenta dei lavori

BCE presenta nuove banconote da 100 e 200 euro

Il DDL per tagliare le pensioni d’oro

Debito pubblico Italia problema dal 1981