Terra dei Fuochi devastata da incendi

“I territori a nord di Napoli e a sud di Caserta sono tempestati da centinaia di incendi illegali di rifiuti speciali al mese". E' la denuncia di Angelo Ferrillo.

Rogo tossico nei pressi dell'Auchan di MugnanoIl 19 novembre 2013 Matteo Renzi promise che si sarebbe occupato dei roghi tossici nella Terra dei Fuochi. A distanza di 9 mesi sono cambiate molte cose in Italia, l’unica cosa rimasta invariata è il fumo nero nella Terra dei Fuochi.

“I territori a nord di Napoli e a sud di Caserta sono tempestati da centinaia di incendi illegali di rifiuti speciali al mese. Decine le segnalazioni e testimonianze dei residenti. Richieste di intervento alle forze di polizia non evase. Vigili del Fuoco in carenza di organico non sempre tempestivi nel rispondere alle centinaia di chiamate soprattutto notturne”. Lo dichiara Angelo Ferrillo, presidente dell’associazione “La Terra dei Fuochi”. La risoluzione di questo problema dovrebbe essere prioritario in un paese normale. In Italia invece abbiamo un premier che si mette a fare il gelataio a Palazzo Chigi. Può essere credibile un tipo così? Intanto gli ecocriminali continuano a fare i loro sporchi comodi. L’Italia è il Paese dello struzzo, dove si preferisce mettere la testa nella sabbia invece di affrontare i problemi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Birra Napoli si produce a Roma