OMS: Attesi molti casi di Ebola in Liberia. Obama manda l’esercito

Gli interventi convenzionali per il controllo dell'epidemia di Ebola non stanno avendo un impatto adeguato in Liberia. Obama manda l'esercito.

Attesi molti casi di Ebola in Liberia“Nelle prossime tre settimane sono attesi migliaia di nuovi casi di Ebola in Liberia. I metodi convenzionali per fermare l’epidemia non sono efficaci”. Lo afferma l’Organizzazione Mondiale della Sanità(OMS) nel suo ultimo rapporto. Si sottolinea la necessità che i Paesi partner si preparino a un aumento esponenziale dei casi, nei Paesi dove è attualmente intensa la trasmissione del virus, come Guinea, Sierra Leone e Nigeria. 2.097 i morti finora accertati.

La Liberia registra attualmente il più alto numero di casi e decessi: ad oggi si registrano, infatti, circa 2.000 casi ed oltre 1.000 morti. I taxi rappresentano un potenziale mezzo di trasmissione del virus. Lo afferma l’OMS. Il motivo? Taxi stipati di intere famiglie, con membri che si pensano essere stati infettati dal virus Ebola, attraversano la città alla ricerca di un letto per il ricovero. In Liberia non c’è più un posto libero per accogliere i contagiati. Un medico dell’OMS è stato infettato in Sierra Leone e verrà evacuato. E’ il secondo sanitario a contrarre il virus. Infettato anche un americano, il quarto cittadino degli Stati Uniti contagiato fino a oggi. Il presidente Barack Obama ha annunciato l’invio dell’esercito nei Paesi colpiti. Il presidente degli Stati Uniti dichiarato: “Vogliamo inviare mezzi militari per impostare le unità speciali di messa in quarantena e le attrezzature in loco, in modo da garantire la sicurezza per i lavoratori della sanità pubblica”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia