Alfano: Annullare trascrizione matrimoni gay

Il ministro dell'Interno si oppone a un provvedimento adottato da alcuni sindaci, quello di registrare in Italia le nozze gay contratte all'estero.

Angelino AlfanoIl 14 luglio 2014, il sindaco Luigi De Magistris ha festeggiato la prima registrazione di un matrimonio gay all’ufficio Anagrafe e Stato Civile del Comune di Napoli. Una cosa inutile. Il motivo? Le persone delle stesso sesso devono prima andare all’estero per sposarsi e una volta tornati in Italia possono trascrivere all’anagrafe il loro matrimonio. Roba da benestanti.

In Italia abbiamo molte persone che perdono tempo  in battaglie inutili, uno di questi è Angelino Alfano. Il ministro dell’Interno ha annunciato di voler far annullare le trascrizioni di matrimoni gay contratti all’estero. Alfano ha dichiarato: “In Italia non è possibile che ci si sposi tra persone dello stesso sesso. Per questo quei matrimoni non possono essere trascritti nei registri dello stato civile italiano, per il semplice motivo che non è consentito dalla legge”. Il ministro ha aggiunto: “Invierò una circolare ai prefetti affinché dicano ai sindaci di cancellare le trascrizioni già effettuate”. Ma ci rendiamo conto di cosa discutiamo in Italia?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Ex scuola Salvo D’Acquisto è un rudere

Il caos dell’illuminazione votiva a Napoli

Come richiedere rimborso canone a SELAV

16,2 miliardi da lotta a evasione fiscale nel 2018

De Magistris vuole accogliere migranti della nave Mare Jonio

Senegalese dirotta autobus a Milano