Martinetti: Gli italiani hanno la pancia piena

"In passato i giovani sarebbero scesi in piazza. Oggi non è così, con la pancia piena si tende ad essere meno combattivi". L'ha detto Guido Martinetti a "Otto e Mezzo". Guarda il video.

Guido MartinettiIl tipo che vedete nella foto è Guido Martinetti, il cofondatore della catena di gelaterie Grom. La novità di questo gruppo è che fa lavorare i dipendenti solo quando c’è il sole. Ieri(3 ottobre), Martinetti è stato ospite di Giovanni Floris a “Otto e Mezzo”. L’imprenditore ci ha deliziato con alcune “perle” di saggezza.

Martinetti ha dichiarato: “Il calo degli iscritti del Partito Democratico è frutto di un Paese che vive nel benessere, prima c’erano persone più affamate che avevano voglia di fare e partecipavano alla vita politica. Se in passato ci fosse stato un calo così netto del benessere, come è stato in questi ultimi cinque anni, i giovani sarebbero scesi in piazza. Oggi non è così, con la pancia piena si tende ad essere meno combattivi”. Ha ragione il giovane imprenditore, gli italiani si abboffano troppo con i gelati Grom. Ma la sagra della banalità non finisce qui.

Martinetti ha aggiunto: “Agirei sul narcisismo degli italiani, credo che sia un modo di pensare innovativo. I ricchi debbano aiutare i poveri, talvolta questo concetto ci sfugge”. A quel punto interviene Floris: “Ci sfuggono i ricchi piuttosto. Perché i ricchi è difficile trovarli, si nascondono”. La soluzione al problema? Per Martinetti basta aprire le cassette di sicurezza nelle banche italiane per trovare tantissima liquidità. L’imprenditore ha aggiunto: “L’italiano ha un patrimonio molto elevato”. Infine il tesserino sanitario diviso in tre categorie: oro, argento e normale. L’imprenditore ha detto: “Chi paga più tasse deve avere il tesserino oro per sentirsi privilegiato”. Roba da TSO.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa