Primo caso di Ebola negli Stati Uniti

Il paziente, che ha mostrato tutti i sintomi tipici del virus della febbre emorragica, di recente ha compiuto viaggi in Liberia.

Primo caso di Ebola negli USASale negli Stati Uniti la paura per il virus Ebola: il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie(CDC) di Atlanta, la massima autorità sanitaria negli USA, ha annunciato il primo caso diagnosticato sul territorio nazionale. E’ un paziente che aveva viaggiato in Liberia.

Tornato negli Stati Uniti, ha sviluppato i sintomi della febbre emorragica 4-5 giorni dopo. E’ ricoverato a Dallas, al Texas Health Presbyterian Hospital, che assicura di aver predisposto un piano di emergenza. Le autorità sanitarie americane hanno dichiarato: “La situazione resta sotto controllo e Ebola non si diffonderà negli USA. Priorità è curare il paziente e individuare chi è stato in contatto con lui”. Nelle ultime settimane molti erano stati i casi sospetti che avevano messo in allerta diversi ospedali USA, ma finora tutte le persone esaminate erano risultate negative al virus. L’ultimo bilancio dell’Organizzazione mondiale della sanità(OMS)conferma la drammaticità della situazione: al 24 settembre, si registrano 3.500 morti e 7.269 casi. I Paesi più colpiti restano la Guinea, la Liberia e la Sierra Leone. Ma casi e morti sono stati segnalati anche in Nigeria e Senegal.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Donna intubata sommersa dalle formiche

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo