Arriva il tasto Dona su Facebook. Ma Zuckerberg fa beneficenza?

Facebook lancia un bottone specifico che permetterà di donare fondi a favore della lotta a Ebola. Perchè la beneficenza non la fa Zuckerberg?

Marck Zuckerberg e il tasto Dona di FacebookIl bottone per donare fondi a favore della lotta a Ebola è arrivato anche nella versione italiana di Facebook. L’azienda di Mark Zuckerberg ha annunciato inoltre che sta sviluppando un sistema di telecomunicazioni basato su 100 terminali satellitari per migliorare le connessioni telefoniche e internet dei paesi colpiti dall’epidemia.

Il progetto sulle telecomunicazioni è in collaborazione con NetHope, un consorzio di 41 Ong internazionali. Ma torniamo al tasto donazione. I soldi raccolti con il tasto “Fai la tua donazione” andranno a tre enti no profit molto attivi in Africa occidentale: International Medical Corps, Croce Rossa Internazionale e Save the Children. Il signor Zuckerberg e consorte hanno donato 25 milioni di dollari per il sistema di telecomunicazioni e per la campagna informativa. Qualcuno spieghi all’ideatore di Facebook che i malati di Ebola hanno bisogno di strutture e medicinali, non di leggere le notizie sul suo social network. Faccia lui la beneficenza con il nuovo tasto invece di chiedere soldi agli utenti. Per chi ancora non l’avesse capito, il signor Zuckerberg ha talmente tanti soldi che se donasse l’1% di quello che detiene fermerebbe il virus Ebola e sconfiggerebbe anche la fame nel mondo.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?

Migranti aggrediscono troupe Rai

Il caso della stazione Hirpinia dell’Alta Velocità Napoli-Bari

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano