Dove c’è un campo Rom c’è sempre un inceneritore abusivo

Cambiano le periferie e le città, ma i problemi sono sempre gli stessi: fumo nero ogni giorno e puzza infernale. Guarda il video.

Incendio campo Rom ScampiaIl fumo nero che vedete nella voto è dovuto ad un rogo appiccato nel campo Rom abusivo tra Scampia e Mugnano. “Il problema non sono i Rom ma la gente del quartiere che è razzista”. Questo è quello che sostiene qualche pseudo giornalista che fa l’intellettuale del nulla sui social. Costoro sono i cosiddetti perbenisti ipocriti.

Lasciamo stare Scampia e andiamo a Torino(video). Ieri(23 novembre), il programma “La Gabbia” ha fatto vedere un servizio di Valeria Castellano sullo stato di abbandono della periferia Nord del capoluogo del Piemonte. Anche qui i Rom bruciano rifiuti ogni giorno, ma si vede che a Torino sono tutti razzisti. Cambia la periferia e la città, ma i problemi sono gli stessi: fumo nero ogni giorno e puzza infernale. Nonostante questo, ci sono ancora persone che affermano il contrario e fanno la morale a chi denuncia il problema. L’Italia è il paese degli struzzi: si preferisce mettere la testa nella sabbia invece di affrontare i problemi. Il vero problema dell’Italia sono i perbenisti ipocriti, ossia le persone che si definiscono anti razziste ma che voltano il viso dell’altra parte quando incontrano per strada un Rom, un migrante o un barbone. Troppo facile fare i perbenisti con il fondoschiena degli altri. Le periferie stanno esplodendo anche per colpa dei perbenisti ipocriti. Volete l’integrazione? Iniziamo ad allestire campi Rom nei quartieri ricchi delle città. Le periferie non sono discariche.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Cgia: Sud peggio della Grecia

Istat: Economia sommersa e illegale vale 209,8 miliardi

Italia con deficit oltre 2% da 10 anni