Draghi: Rischi per prospettive crescita

Il presidente della Banca Centrale Europea rivede al ribasso le prospettive di crescita dell'Eurozona. Non è che stanno sbagliando politica economica?

Mario Draghi“Le prospettive di crescita dell’eurozozona sono circondate da diversi rischi al ribasso”. Questo è quello che ha dichiarato Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea. L’italiano ha aggiunto: “La BCE non può farsi carico da sola della crescita e tutti gli attori politici, sia a livello nazionale che europeo, devono fare la loro parte per ridurre il debito”.

Il fatto che la crescita venga rimandata continuamente e rivista sempre vista al ribasso, non fa sorgere il dubbio ai tipi in giacca e cravatta che stanno sbagliando politica economica? Prendiamo come riferimento l’Italia. L’austerity voluta dall’UE non ha portato i risultati sperati, anzi ha aggravato ulteriormente la situazione economica del nostro paese. Dal 2011 ad oggi il debito è cresciuto al ritmo di 7,5 miliardi di euro ogni mese. Inoltre c’è stato un crollo del PIL e dei consumi interni e aumento della povertà. Ma torniamo alle dichiarazioni del presidente della BCE. Draghi ha detto: “L’Eurozona deve condividere ulteriormente sovranità sulle politiche economiche nazionali, passando dalle regole comuni a istituzioni comuni”. Sapete cosa significa? Che i singoli Stati devono cedere sovranità nazionale. Questa Europa fa acqua da tutte le parti. Il presidente della BCE ha aggiunto: “Se dovesse essere necessario contro un’inflazione bassa troppo a lungo, la BCE è pronta a nuove misure e lo staff è al lavoro”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

Carta di identità elettronica alle Poste

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Assicurazione RC auto con scatola nera

Istat: A rischio povertà una persona su 4

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime