I giovani napoletani sono senza futuro?

Giovedì 13 novembre ritorna "AnnoUno". Per promuovere il programma è stato fatto uno spot con i "The Jackal". Ma c'è qualcosa che non quadra.

Giulia InnocenziGiovedì 13 novembre ritorna “AnnoUno”, il programma condotto da Giulia Innocenzi. Da alcuni giorni sta girando, sui social e su La7, lo spot per promuovere la trasmissione. Al video ha partecipato anche Ciro Capriello di “The Jackal”.

Fin qui nulla di anormale. La cosa che ho trovato scandalosa è che nello spot passa la solita immagine del napoletano tamarro e scansafatiche. Ma andiamo con ordine. Il video inizia con uno smartphone che squilla su un letto. Il napoletano dormiglione “apre” la chiamata e appare la Innocenzi in versione operatrice da call center. La conduttrice del programma dice: “Vorrei parlare con il giovane italiano senza futuro. E’ in casa?”. Così inizia questa specie di gag che si trasforma quasi in una presa in giro verso i disoccupati. Ma è giusto promuovere un programma deridendo chi è senza lavoro? La Innocenzi non è male come operatrice di call center. Dovrebbe pensarci, perché il giornalismo non fa per lei.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Cgia: Sud peggio della Grecia

Istat: Economia sommersa e illegale vale 209,8 miliardi

Italia con deficit oltre 2% da 10 anni