I giovani napoletani sono senza futuro?

Giovedì 13 novembre ritorna "AnnoUno". Per promuovere il programma è stato fatto uno spot con i "The Jackal". Ma c'è qualcosa che non quadra.

Giulia InnocenziGiovedì 13 novembre ritorna “AnnoUno”, il programma condotto da Giulia Innocenzi. Da alcuni giorni sta girando, sui social e su La7, lo spot per promuovere la trasmissione. Al video ha partecipato anche Ciro Capriello di “The Jackal”.

Fin qui nulla di anormale. La cosa che ho trovato scandalosa è che nello spot passa la solita immagine del napoletano tamarro e scansafatiche. Ma andiamo con ordine. Il video inizia con uno smartphone che squilla su un letto. Il napoletano dormiglione “apre” la chiamata e appare la Innocenzi in versione operatrice da call center. La conduttrice del programma dice: “Vorrei parlare con il giovane italiano senza futuro. E’ in casa?”. Così inizia questa specie di gag che si trasforma quasi in una presa in giro verso i disoccupati. Ma è giusto promuovere un programma deridendo chi è senza lavoro? La Innocenzi non è male come operatrice di call center. Dovrebbe pensarci, perché il giornalismo non fa per lei.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assicurazione RC auto con scatola nera

Sgomberato ex penicillina

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Carta di identità elettronica alle Poste