Moody’s: Italia rischia crescita zero nel 2015

L'agenzia di rating stima una crescita del prodotto interno lordo per il nostro Paese tra -0,5% e +0,5% per l'anno prossimo. Aumenta l'IVA nel 2016?

Renzi fa i selfieL’Italia rischia una crescita zero nel 2015. E’ quanto emerge dal rapporto “Global Macro Outlook” pubblicato da Moody’s. L’agenzia di rating prevede per il 2015 un’espansione del PIL fra -0,5% e +0,5%. Stessa prospettiva per l’anno in corso. L’economia faticherà a riprendere quota anche nel 2016, anno per il quale la forbice previsionale è compresa tra lo zero e il +1%.

Se la previsione peggiore diventerà realtà, nel 2016 ci sarà l’aumento dell’IVA di 2 punti percentuali previsto dalla clausola di salvaguardia della Legge di Stabilità 2015. Infatti, il governo Renzi ha coperto una parte della finanziaria con una previsione di crescita dello 0,6%. Un mese fa Moody’s aveva indicato un -0,3% per il 2014 e +0,5% per il 2015. L’agenzia di rating scrive: “Le riforme economiche realizzate nei Paesi periferici e, più di recente, in Francia e Italia, avranno un impatto positivo ma graduale. Pesano ulteriori aumenti della disoccupazione attesi nel breve termine anche in Italia che indeboliranno i consumi e prolungheranno la crescita molto bassa”. Quando capiranno i bimbeminkia renziani che bisogna dare i soldi a persone con reddito zero per far ripartire i consumi? Regalare 80 euro a privilegiati(chi un lavoro già ce l’ha) e neo mamme non risolverà nulla.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Cgia: Sud peggio della Grecia

Istat: Economia sommersa e illegale vale 209,8 miliardi

Italia con deficit oltre 2% da 10 anni