Censis: 8 milioni di senza lavoro in Italia

Agli oltre 3 milioni di disoccupati si sommano quasi 1,8 milioni di inattivi perché scoraggiati e altri 3 milioni di disponibili a lavorare. Più penalizzati sono i giovani. Lo rivela il Censis.

Giovani a lavoroQuasi 8 milioni i senza lavoro in Italia. Agli oltre 3 milioni di disoccupati si sommano quasi 1,8 milioni di inattivi perché scoraggiati e altri 3 milioni senza occupazione che sono disponibili a lavorare. Questo è quello che emerge dal “48° Rapporto sulla situazione sociale del Paese/2014” del Censis.

Più penalizzati sono i giovani. I 15-34enni costituiscono il 50,9% dei disoccupati totali. E i Neet(not employed, not in training), cioè i 15-29enni che non sono impegnati in percorsi di istruzione o formazione, non hanno un impiego né lo cercano, sono in continua crescita: da 1.832.000 nel 2007 a 2.435.000 nel 2013. Il Censis scrive: “Un capitale umano inagito, non utilizzato o sottoutilizzato, che non si trasforma in energia lavorativa”. Il potenziale femminile è anch’esso ampiamente mortificato: le donne costituiscono il 45,3% dei disoccupati, ma soprattutto il 65,8% degli inattivi scoraggiati e il 60,6% delle persone disponibili a lavorare. Giovani non autonomi neppure quando escono di casa: dei 4,7 milioni che hanno lasciato la famiglia, 2,4 milioni ne sono ancora aiutati. Sul versante anagraficamente opposto, il “nero” integra la pensione per 2,7 milioni di persone.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

BCE conferma fine Quantitative easing

Contributi erogati alla stampa per l’anno 2017