Cgia: 59 miliardi per ammortizzatori sociali in 4 anni

Il costo degli ammortizzatori sociali è sempre più a carico della collettività: era pari a poco più di 1,5 miliardi nel 2009, nel 2013 era quasi 5,5.

Manifestazione operaiAl netto dei contributi figurativi, tra il 2009 e il 2013, le spese per gli ammortizzatori sociali ammontano a quasi 59 miliardi di euro. Il 72,7% dei sussidi, pari a 42,8 miliardi, sono stati coperti dai contributi versati dai lavoratori dipendenti e dalle imprese, mentre il restante 27,3%, poco più di 16 miliardi, è stato pagato dalla fiscalità generale. Lo rileva uno studio della Cgia di Mestre.

E’ questo il bilancio delle misure di sostegno al reddito erogate in questi ultimi 5 anni di crisi economica. Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia, ha dichiarato: “Se analizziamo l’andamento registrato in questi ultimi anni notiamo che c’è stato un boom della spesa delle misure di sostegno al reddito dei lavoratori che hanno perso il posto di lavoro. Dai 9,999 miliardi riferiti al 2009 si è saliti a quota 14,511 nel 2013. Importo, quest’ultimo, che dovrebbe essere raggiunto anche nel 2014”. Nello stesso arco di tempo, la copertura garantita dai contributi versati dalle imprese e dai lavoratori è aumentata di “soli” 607 milioni, passando dai 8,415 miliardi del 2009 ai 9,022 del 2013. Questo si traduce in un saldo sempre più negativo: ovvero il costo degli ammortizzatori sociali è sempre più a carico della collettività. Era di 1,584 miliardi nel 2009, l’anno scorso ha toccato quota 5,489 miliardi di euro.

Prestazioni a sostegno del reddito dal 2009 al 2013

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Cgia: Sud peggio della Grecia

Istat: Economia sommersa e illegale vale 209,8 miliardi

Italia con deficit oltre 2% da 10 anni