Confcommercio: Tasse fanno calare i consumi natalizi

Secondo Confcommercio scende il budget a disposizione perché la tredicesima disponibile per consumi sarà il 3,6% più leggera dell'anno scorso. Tutta colpa delle tasse.

Matteo RenziPer più di 7 italiani su 10 Natale 2014 sarà molto dimesso. Lo comunica Confcommercio. Nonostante la crisi resta stabile la percentuale di coloro che non rinunceranno a comprare regali, ma il Natale di quest’anno sarà all’insegna dell’austerità. Tutta colpa delle tasse.

Nel 2014 la tredicesima netta che andrà nelle tasche dei lavoratori sarà pari a 39,2 miliardi di euro(+0,9% rispetto al 2013), ma il 90,6% svanirà con le tasse. Infatti, tra ICI/IMU/Tasi, Tari, canone Rai e tasse automobilistiche si dovranno spendere 9,5 miliardi, il 18% in più rispetto all’anno scorso. La tredicesima disponibile per consumi si abbassa dunque a 29,7 miliardi di euro, il 3,6% in meno al 2013, e quella effettivamente destinata ai consumi sarà di 28 miliardi(-3,2%). Tradotto, significa che ogni famiglia spenderà 41 euro in meno.

Intanto a ottobre, l’indicatore dei Consumi Confcommercio registra una variazione nulla rispetto a settembre e un calo dello 0,5% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio, ha dichiarato: “Il carico fiscale di dicembre neutralizza l’effetto positivo del bonus 80 euro e la crescita delle tredicesime: le tasse si portano via circa 1 miliardo e 400 milioni di potenziali acquisti”. In campagna elettorale Pina Picierno disse che i consumi sarebbero saliti del 15% grazie al bonus Irpef. Ma vi rendete conto chi votate? Intanto Matteo Renzi continua a fare selfie(foto).

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assicurazione RC auto con scatola nera

Sgomberato ex penicillina

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Carta di identità elettronica alle Poste