Ferrara: Se a Roma è mafia, voglio i morti sul selciato

Il giornalista de "Il Foglio" vuole i morti sul selciato per certificare la mafia a Roma. Non contento, fa uno strano paragone tra i criminali e chi non paga l'autobus. Guarda il video.

Giuliano FerraraDopo alcuni mesi di silenzio torna nuovamente in auge Giuliano Ferrara. Il direttore de “Il Foglio” è stato il protagonista assoluto della puntata di “Ballarò”. Pensavo che il livello massimo di baggianate il giornalista l’avesse toccato ad “Agorà” lo scorso febbraio. Invece, ieri(9 dicembre) il giornalista(?) si è superato parlando di Mafia Capitale.

Ferrara ha dichiarato: “Dove sono i morti? Se c’è la mafia, voglio i morti sul selciato? Sennò che mafia è. Speriamo che arrivino i morti”. La frase non è piaciuta a Claudia Fusani. La giornalista de “The Huffington Post” ha risposto: “La violenza c’è stata. A Roma ci sono stati numerosi morti. Persone che venivano picchiate. E poi cosa deve essere la violenza? Per forza spararsi addosso?”. Ferrara non sa cosa dire e azzarda uno strano paragone tra la mafia capitolina e la gente che non paga l’autobus. Nello specifico, il direttore de “Il Foglio” ha detto: “A Roma nessuno paga il biglietto dell’autobus. E, allora, chi non fa il biglietto è come Massimo Carminati”. Sarebbe superfluo ogni ulteriore commento.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assicurazione RC auto con scatola nera

Sgomberato ex penicillina

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Carta di identità elettronica alle Poste