India: Batterio resistente uccide bimbi

Il batterio killer che in India ha già causato la morte di 58 mila bambini spaventa il mondo.

Bambini indianiUn’epidemia mortale, che potrebbe avere implicazioni globali, ha colpito l’India, causando la morte di migliaia di neonati, ben 58 mila, stando a quanto scrive il “New York Times”, che ha pubblicato uno studio di medici indiani. I bimbi sarebbero nati con infezioni resistenti alla maggior parte degli antibiotici, e questo potrebbe accrescere la mortalità infantile nel Paese, dove si verificano un terzo dei decessi neonatali del mondo.

Neelam Kler, neonatologo di New Delhi, ha dichiarato: “Cinque anni fa, infezioni del genere erano quasi sconosciute. Ora quasi il 100% dei bambini che arrivano da noi ha un’infezione multiresistente ai farmaci”. Batteri simili a quelli indiani sono già stati individuati in Giappone, Francia, Oman e Stati Uniti. Vinod Paul, capo dei pediatri dell’Istituto indiano di scienze mediche, ha dichiarato: “Ridurre le morti neonatali in India è una delle maggiori priorità di salute pubblica nel mondo. Se le infezioni resistenti continuano a crescere, sarà un disastro non solo per l’India, ma per il mondo intero”. Servizi igienici approssimativi, uso incontrollato degli antibiotici e una lunga sottovalutazione del problema hanno creato uno tsunami di antibioticoresistenza che sta raggiungendo gli altri Paesi del mondo.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Alitalia salvata con soldi pubblici

Lo strano caso di Erika Marcato

Bankitalia: Debito pubblico a 2.316,7 miliardi

La guerra alle armi di Save the Children

De Magistris vuole referendum per autonomia di Napoli

TAV Torino-Lione, saldo costi-benefici negativo