Torna Telethon. Perché Montezemolo non dona i 27 milioni di euro della Ferrari?

Telethon sta raccogliendo fondi destinati alla ricerca sulle malattie genetiche rare, spesso trascurate dagli investimenti pubblici. Perché Montezemolo non dona la buonuscita ricevuta dalla Ferrari?

Maratona TelethonL’8 dicembre è partita la la maratona radiofonica e televisiva Telethon sulle reti Rai. La maratona terminerà domenica 14 dicembre. Dal 1991 Telethon finanzia la ricerca sulle malattie genetiche per conoscerne le cause e per lo sviluppo possibile di terapie.

Sono stati investiti 405 milioni di euro, finanziati oltre 2.500 progetti, sviluppate 27 diverse strategie terapeutiche per 25 malattie genetiche rare con lavori pubblicati su 9.380 riviste scientifiche mondiali. Tra i riconoscimenti a Telethon ed alla buona utilizzazione dei fondi raccolti c’è l’Oscar di Bilancio 2014. Sono circa 6.000 le malattie genetiche in attesa di una risposta dalla scienza. Telethon raccoglie la sfida con i suoi Centri di ricerca. Nell’Istituto di Genetica e Medicina di Napoli, Tigem, si studiano i meccanismi alla base delle terapie genetiche e si sviluppano strategie preventive e terapeutiche.

L’Istituto per la Terapia genica San Raffaele di Milano è un centro di eccellenza per la terapia genica applicata alle malattie genetiche. L’Istituto Dulbecco-DTI non ha una sede fisica: è un progetto finalizzato a reclutare ricercatori brillanti promettenti. Il laboratorio Tecnothon lavora sugli ausili per disabili con difficoltà motorie; obiettivo, favorirne l’autonomia. Per sostenere la ricerca si può inviare un sms o telefonare al numero 45501. In alternativa si può fare una donazione sul sito Telethon.it. L’anno scorso sono stati raccolti 30.500.000 euro, 3,5 milioni in più rispetto alla buonuscita ricevuta dalla Ferrari da Luca Cordero di Montezemolo. Perché il presidente Telethon non dona quei soldi alla sua Fondazione?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

BCE conferma fine Quantitative easing

Contributi erogati alla stampa per l’anno 2017