220 licenziamenti disciplinari nella P.A. nel 2013

Quasi metà dei licenziamenti, il 45%, deriva da assenze(ingiustificate o non comunicate per tempo). Le cifre sono riportate sul sito della Funzione pubblica.

220 licenziamenti disciplinari nella PA nel 2013Sono stati circa 220 i provvedimenti di licenziamento presi, a seguito di oltre 6.935 procedimenti disciplinari avviati, nei confronti di dipendenti pubblici nel 2013(ultimo anno per cui è disponibile il dato). E’ quanto riportato sul sito della Funzione pubblica.

Quasi la metà di questi licenziamenti, il 45%, deriva da assenze(ingiustificate o non comunicate per tempo). Tra le motivazioni, ai 99 licenziamenti legati alle assenze, seguono i 78 connessi a reati(il 36%), i 35 causati da comportamenti non corretti verso i superiori o i colleghi, da negligenza e inosservanza degli ordini di servizio(il 16%). Completano il quadro le 7 uscite dovute al fenomeno del doppio lavoro(3%). Gran parte dei licenziamenti si rileva per scuole(81) e ministeri(66). Nel 2012 i licenziamenti disciplinari sono stati 223 e il 47% era legato ai reati. Non ci sono comunque solo i licenziamenti, un procedimento disciplinare si può concludere anche con una sospensione: giorni, ma possono anche essere mesi, in cui il dipendente, messo fuori dal suo ufficio, è privato della retribuzione. In tutto le sospensioni sono state quasi 1.400 nel 2013.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Afro-Napoli ha svincolato tutte le calciatrici

Sassari Primo rimosso dalla rada del porto di Baia

La tariffa unica per l’assicurazione RC auto

Moody’s taglia rating Italia a Baa3

Muro del bosco di Capodimonte a rischio crollo

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli