Come funziona il nuovo modello 730 precompilato?

Il 730 precompilato per i lavoratori dipendenti e i pensionati sarà reperibile dal 15 aprile 2015. Ecco la guida per scaricarlo dal sito dell'Agenzia delle Entrate.

Modello 730/2015L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato online il 730/2015, la nuova certificazione unica che sostituisce il vecchio CUD, i modelli 770/2015 semplificato e ordinario e i modelli IVA/2015 e IVA base/2015. Il modello 730 per dipendenti e pensionati sarà disponibile per la prima volta in forma precompilata, dal 15 aprile 2015. La novità dovrebbe semplificare le cose ma si potrebbe ottenere l’effetto contrario. Come reperire il 730 precompilato?

Il 730 precompilato non arriverà a casa ma bisogna scaricarlo in un’apposita sezione del sito dell’Agenzia delle Entrate. Tutto bene? Mica tanto. Per accedere a questa sezione è necessario essere in possesso del codice PIN. E chi non ce l’ha? Basta andare a questo link e fornire i dati relativi alla dichiarazione dei redditi presentata nel 2014(redditi 2013). Il sistema fornirà subito la prima parte del PIN(prime 4 cifre). Le ultime 6 cifre arriveranno per posta al domicilio conosciuto dall’Agenzia delle Entrate entro 15 giorni dalla richiesta. Nella lettera ci sarà anche la password di accesso al sito. Una volta ottenuti i dati di accesso, i cittadini potranno accedere al proprio 730, all’esito della liquidazione e ai principali dati(redditi e spese) utilizzati per assemblare il 730 precompilato.

La procedura non è alla portata di tutti, ma c’è un’alternativa a pagamento. Infatti, il 730 precompilato è scaricabile anche tramite CAF o i professionisti abilitati. Resta ferma la possibilità di presentare la dichiarazione dei redditi autonomamente compilata con le modalità ordinarie(730 ordinario o modello Unico PF). E’ possibile già scaricare il modello 730/2015 ordinario in formato PDF. Perché il contribuente dovrebbe usare la dichiarazione precompilata? Il vantaggio fondamentale è legato ai controlli: se il 730 precompilato viene presentato, con o senza modifiche, al CAF o al professionista abilitato, i controlli documentali saranno effettuati nei confronti di questi ultimi. Il 730 precompilato non conterrà le spese mediche. La dichiarazione dei redditi 2015(anno 2014) va presentata, entro il 7 luglio 2015, tramite il sostituto d’imposta, un CAF o un professionista abilitato.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Birra Napoli si produce a Roma

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia